Soriano, seduta di laurea in Comune… con parenti e amici al seguito

Collegata in videoconferenza, una studentessa ha discusso la sua tesi. Tutto normale se non fosse per le tante persone in sala senza mascherina
Collegata in videoconferenza, una studentessa ha discusso la sua tesi. Tutto normale se non fosse per le tante persone in sala senza mascherina
Informazione pubblicitaria
La seduta di laurea nell'Aula consiliare del Comune di Soriano
Informazione pubblicitaria

Una seduta di laurea in videoconferenza utilizzando la sala consiliare del Comune. Una giornata di gioia per la neo dottoressa ed i suoi familiari, ma sulla quale sono in corso accertamenti da parte delle forze dell’ordine per capire se siano state rispettate tutte le norme in materia di divieto di assembramenti ed uso di mascherine per via dell’emergenza coronavirus. Siamo a Soriano Calabro dove il sindaco Vincenzo Bartone – analogamente a quanto avvenuto in altri centri d’Italia – ha autorizzato l’uso della sala comunale per permettere ad una ragazza di laurearsi. La discussione della tesi sarebbe però avvenuta alla presenza, dentro la sala, di alcune decine di persone (fra parenti ed amici della neo dottoressa), con il presidente dell’assemblea a fare gli onori di casa. Se dalle foto si vede che le distanze fra le persone dovrebbero essere state rispettate, un po’ meno per quanto riguarda l’uso delle mascherine. Presenze sulle quali hanno deciso in ogni caso di volerci vedere chiaro le forze dell’ordine.

Informazione pubblicitaria