domenica,Giugno 20 2021

Rinascita-Scott: libero il custode del cimitero di Bivona

Il Tribunale del Riesame di Catanzaro annulla l’ordinanza di custodia cautelare in carcere

Rinascita-Scott: libero il custode del cimitero di Bivona
Antonio Fuoco

Il Tribunale del Riesame di Catanzaro, in accoglimento dell’appello cautelare proposto dall’avvocato Salvatore Sorbilli, ha annullato l’ordinanza di custodia cautelare in carcere, applicata il 19 dicembre scorso con l’operazione “Rinascita-Scott”, disponendo l’immediata scarcerazione e rimessione in libertà di Antonio Fuoco, 63 anni, di Vibo Marina, custode del cimitero di Bivona.

Truffa aggravata dalle modalità mafiose il reato per il quale era finito in carcere, in quanto unitamente ad Orazio Lo Bianco, 47 anni, di Vibo Valentia, a Michele Lo Bianco, 21 anni (figlio di Orazio), a Francesco Paternò, 29 anni, detto “Cisca” (operai della ditta di pompe funebri) ed a Rosario Pugliese, 54 anni, alias “Saro Cassarola” (attualmente latitante) avrebbe simulato l’avvenuta tumulazione, nel maggio e nel giugno del 2017 nel cimitero di Bivona, di due salme di migranti (sbarcati nel porto di Vibo Marina) nel rispetto della commessa indetta dal Comune di Vibo Valentia. Dalle indagini è emerso che la tumulazione è invece avvenuta in violazione del regolamento di polizia mortuaria e della stessa commessa, poiché le salme sono state tumulate sprovviste della prevista cassa di legno, con un ingiusto profitto in favore dell’impresa di pompe funebri denominata “Le Stelle” di Orazio Lo Bianco (con socio occulto Rosario Pugliese) ed un corrispondente danno per il Comune di Vibo pari all’importo del corrispettivo (1.650,00 euro).

L’avvocato Sorbilli, a seguito di indagini difensive, ha cercato di documentare l’estraneità di Antonio Fuoco rispetto alla truffa. Argomentazioni che hanno convinto il Riesame ad annullare l’ordinanza di custodia cautelare in carcere.

LEGGI ANCHE: “Rinascita”: i migranti sepolti senza bara ed i cimiteri di Vibo e Bivona in mano ai clan

Rinascita-Scott: i clan e il mercato delle cappelle cimiteriali a Vibo

top