Acquaro, finanziamento di 200mila euro per il rifacimento della rete idrica

La somma, erogata dalla Regione, consentirà di ripristinare gli ormai obsoleti collegamenti tra le fonti di captazione e i serbatori comunali. Il sindaco Barilaro: «Premiata la nostra scelta di staccarci da Sorical»

0
1
Informazione pubblicitaria

Ad Acquaro, nelle scorse settimane, a seguito di un controllo, è stata riscontrata la drastica diminuzione della portata dell’acqua potabile. Una delle due captazioni in atto è risultata totalmente esaurita, mentre una seconda si è ridotta in misura superiore al 50 per cento. A ciò si aggiunge la condizione di degrado nella quale versa la rete di collegamento dalle sorgenti alle vasche di raccolta.

Informazione pubblicitaria

A riferirlo è lo stesso sindaco Giuseppe Barilaro (foto), il quale, fatte queste doverose premesse, spiega di essersi «prontamente attivato portando le nostre esigenze alla Regione Calabria, dove siamo stati ascoltati dal presidente Mario Oliverio».

In seguito, il competente dipartimento regionale, ha disposto un finanziamento a favore del Comune di Acquaro di 200mila euro destinato «al rifacimento dell’intera rete di collegamento delle sorgenti ai serbatoi e la realizzazione di nuove fonti di approvvigionamento. Questo risolverà in modo definitivo e per moltissimi anni a venire il problema dell’approvvigionamento idrico di Acquaro centro. La soluzione di questo problema dà inoltre ulteriore vigore alla decisione, a suo tempo assunta, di tagliare definitivamente l’oneroso cordone ombelicale, che ci legava alla Sorical per imboccare la ben più economica via dell’autosufficienza. Riteniamo – conclude Barilaro – che questa sia la realizzazione in assoluto più importante conseguita nel percorso amministrativo iniziato nel 2010».

LEGGI ANCHE:

Carenza idrica, l’allarme della Sorical: «Il Vibonese vicino ai livelli di severa siccità»