Soriano, i Carabinieri sequestrano 30 chili di materiale esplodente

I militari intervenuti per dirimere dissidi tra vicini hanno scovato gli artifizi artigianali all’interno di un casolare. Denunciato il proprietario
I militari intervenuti per dirimere dissidi tra vicini hanno scovato gli artifizi artigianali all’interno di un casolare. Denunciato il proprietario
Informazione pubblicitaria

Intervenuti per riportare la calma tra vicini che si stavano agitando un po’ troppo, sono finiti per sequestrare materiale esplodente. Protagonisti, i carabinieri della stazione di Soriano Calabro, che questa mattina si erano recati in località “Fragostino”. Nella circostanza, l’attenzione dei militari ricadeva su una serie di piccoli casolari situati all’interno di una proprietà privata. Così, in presenza del proprietario del terreno, i militari della stazione – dipendenti dalla Compagnia di Serra guidata dal capitano Marco Di Caprio – hanno iniziato ad ispezionare tali casolari quando, in uno di questi, hanno individuato alcuni artifizi confezionati artigianalmente, privi di miccia, per un peso totale di 30 chilogrammi lordi.

I militari, inoltre, hanno ulteriormente accertato che il proprietario del terreno non aveva titolo per detenerli. Verificata la pericolosità del materiale esplodente, i carabinieri lo hanno sequestrato, ai fini della successiva distruzione in sicurezza. Per il proprietario del terreno, 59enne originario di Soriano Calabro, invece, è scattata la denuncia per detenzione senza titolo autorizzativo di materiale esplodente.