Furto sacrilego a Filandari, sottratte le offerte dei fedeli nella chiesa della Misericordia

Il fatto nella frazione Arzona. Indagini dei carabinieri che non hanno rilevato alcun segno di effrazione

Il fatto nella frazione Arzona. Indagini dei carabinieri che non hanno rilevato alcun segno di effrazione

Informazione pubblicitaria
La chiesa della Misericordia ad Arzona

Si sono introdotti nella chiesa della Misericordia della frazione Arzona di Filandari e, dopo aver forzato la porta dell’ufficio del parroco, hanno prelevato dal cassetto della scrivania le offerte dei fedeli, circa 500 euro.

Ad accorgersi di quanto era accaduto è stato lo stesso parroco don Ottavio Scrugli, che ha immediatamente sporto denuncia ai carabinieri della stazione di Filandari. I militari dovranno fare luce su alcuni fatti molto strani.

Anzitutto i ladri sono entrati in chiesa senza forzare né il portone centrale né quello laterale. «La chiave della chiesa – ha riferito il sacerdote – ce l’ha una sola persona di indiscutibile fiducia, per cui non riesco a capire come abbiano fatto per aprirla. Probabilmente si tratta di qualcuno che aveva da tempo la chiave, visto che con il vecchio parroco erano in diversi a tenerla, ma la mia è solo un’ipotesi, non ho elementi certi a riguardo».

Da qui l’appello: «chiunque sia stato – ha detto don Scrugli – è invitato a riportare in chiesa, anche in forma anonima, quanto prelevato. Sarebbe un nobile gesto di umiltà e di richiesta di perdono a Dio, una forma di riconciliazione con Lui e con la propria coscienza».

LEGGI ANCHE:

Anziana rapinata in casa di 65mila euro nel Vibonese, tre arresti

Furto di energia elettrica, un arresto a Francavilla Angitola