Coltivazione di marijuana a Longobardi, due condanne in Cassazione

La piantagione scoperta dai carabinieri nella frazione di Vibo nel giugno del 2018. Respinti i ricorsi
La piantagione scoperta dai carabinieri nella frazione di Vibo nel giugno del 2018. Respinti i ricorsi
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria
Leonardo Fazio
Giuseppe Fazio

Condanna in Cassazione per i fratelli Leonardo Fazio, 44 anni, e Giuseppe Fazio, 45 anni, entrambi di Vibo Marina. Sono stati ritenuti responsabili della coltivazione di 394 piante di marijuana piantate in un terreno della frazione Longobardi. Giuseppe Fazio è stato condannato alla pena di 3 anni e 4 mesi di reclusione, mentre 2 anni ed 4 mesi è la pena per Leonardo Fazio. In primo grado erano stati giudicati con il rito abbreviato dal gip del Tribunale di Vibo Valentia.

I due fratelli erano stati sorpresi il 14 giugno 2018 dai carabinieri in un terreno della frazione Longobardi mentre stavano irrigando la piantagione attraverso un tubo collegato ad una botte trasportata su un camioncino. Alcune piante di marijuana – tutte poi estirpate e distrutte – avevano un’altezza che superava i due metri. I ricorsi sono stati rigettati dalla terza sezione penale della Suprema Corte in quanto ritenuti infondati.

Informazione pubblicitaria