Polia, nominato il commissario prefettizio alla guida del Comune

Dopo le dimissioni del sindaco Amoroso e di diversi consiglieri comunali, il prefetto Francesco Zito ha provveduto a nominare il funzionario che guiderà l’ente fino alle prossime elezioni
Dopo le dimissioni del sindaco Amoroso e di diversi consiglieri comunali, il prefetto Francesco Zito ha provveduto a nominare il funzionario che guiderà l’ente fino alle prossime elezioni
Informazione pubblicitaria
Il Municipio di Polia
Informazione pubblicitaria

Informazione pubblicitaria

È il viceprefetto aggiunto Salvatore Guerra, Capo di gabinetto della Prefettura di Vibo Valentia, il commissario nominato questa mattina dal prefetto Francesco Zito alla guida del Comune di Polia. Guerra, attualmente commissario anche a Serra San Bruno, traghetterà il comune delle Preserre fino alle prossime elezioni in conseguenza alle dimissioni del sindaco Domenico Amoroso e di diversi consiglieri comunali a seguito dell’arresto dell’assessore ai Lavori pubblici Giovanni Anello nell’ambito della maxi-operazione antimafia Imponimento condotta dalla Dda di Catanzaro.

Il viceprefetto, che dopo il voto del prossimo 20 e 21 settembre lascerà l’incarico di Serra San Bruno, dov’era giunto a seguito delle dimissioni del sindaco Luigi Tassone e degli altri amministratori, si metterà alla guida del nono comune vibonese che attualmente, per dimissioni o per scioglimento per infiltrazioni mafiose, si trova privo di un’amministrazione eletta. Ben sette di questi (Briatico, Limbadi, Maierato, Ricadi, San Gregorio d’Ippona, Serra San Bruno e Spilinga) torneranno al voto nella prossima tornata con Briatico, Limbadi e San Gregorio che usciranno dal commissariamento per mafia, mentre a Pizzo bisognerà attendere ancora per altri 14 mesi, più eventuale proroga di ulteriori sei mesi, prima che i cittadini possano tornare alle urne.