Vibo Marina: partita nave mercantile da 10mila tonnellate di stazza

Passerà lo stretto di Gibilterra e navigherà nell’oceano sin negli Usa. La Pro Loco invita a rilanciare il porto polifunzionale dalle tante potenzialità

Passerà lo stretto di Gibilterra e navigherà nell’oceano sin negli Usa. La Pro Loco invita a rilanciare il porto polifunzionale dalle tante potenzialità

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

E’ partita dalla banchina commerciale Bengasi del porto di Vibo Marina la nave mercantile “BBC Maniba”, 10mila tonnellate di stazza lorda, lunga circa 140 metri, pescaggio 6 metri, con a bordo impianti di ingegneria meccanica prodotti dalla GE Oil & Gas-Nuovo Pignone di Vibo Valentia, azienda da tempo specializzata anche nella produzione di singolari scambiatori ad aria esportati in tutto il mondo.

Informazione pubblicitaria

Il General Cargo – come informa la Pro Loco di Vibo Marina – passerà lo stretto di Gibilterra e navigherà nell’oceano atlantico diretto negli Usa ove attraccherà nel grande scalo di Freeport. Da qui i prodotti, frutto del lavoro della carpenteria metallica calabrese, saranno trasportati ed impiegati negli impianti petroliferi del Texas.

“Il porto polifunzionale di Vibo Marina per la sua posizione naturale e strategica nel Sud e nel Mediterraneo, ha tante potenzialità – spiega la Pro Loco – a cui guardare se si vuole uno sviluppo economico ed occupazionale del territorio, con la presenza nel retro porto di un polo metalmeccanico unico in Calabria da supportare al meglio e un indotto legato alla distribuzione dei carburanti giunti via mare. Dopo Gioia Tauro, dedicato allo smistamento container, il porto di Vibo Marina con circa 800mila tonnellate di merce movimentata l’anno –seppure ridotta rispetto ad un recente passato dopo la chiusura di alcune attività – si riconferma il porto calabrese più attivo per l’import-export della Calabria.

Per come da più parti indicato, ci si attende quindi la dovuta attenzione per migliorare la sua funzionalità (tra cui riparazione-allungamento diga foranea, dragaggio porto, sinergia porto Vibo-aereoporto Lamezia ), ma anche un dovuto rilancio nell’ambito della grande competizione del traffico commerciale marittimo. A tal fine – conclude la Pro Loco – è utile maggior attenzione e impegno ad ogni livello da parte della Regione, del Ministero Infrastrutture e Trasporti, degli enti locali e da parte della politica che, anche in considerazione delle prossimi rinnovi, deve guardare al porto di Vibo Marina con rinnovato, costante e serio impegno”.