Diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea, padre Michele Cordiano entra nel consiglio presbiterale

L’ex componente del direttivo della Fondazione di Natuzza, chiamato dai sacerdoti, riuniti nel Seminario di Mileto, a far parte del senato della diocesi

L’ex componente del direttivo della Fondazione di Natuzza, chiamato dai sacerdoti, riuniti nel Seminario di Mileto, a far parte del senato della diocesi

Informazione pubblicitaria

Anche padre Michele Cordiano è stato chiamato dai sacerdoti della diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea a far parte del prossimo consiglio presbiterale. Il padre spirituale di Natuzza Evolo, nonché direttore della Fondazione “Cuore Immacolato di Maria Rifugio delle Anime” con sede a Paravati, è stato eletto all’interno dell’importante organismo collegiale diocesano nel corso dell’apposito incontro svoltosi nei giorni scorsi nel Seminario di Mileto.

Informazione pubblicitaria

Un centinaio i sacerdoti aventi diritto, 80 circa coloro che hanno effettivamente votato, una trentina quelli che hanno espresso la loro preferenza a favore dell’ex membro del direttivo della Fondazione di Natuzza, dimessosi nelle scorse settimane dall’incarico su espressa richiesta del vescovo Luigi Renzo, dopo che l’assemblea dei soci fondatori aveva respinto le riforme dello statuto auspicate dallo stesso presule miletese.

 A far parte del prossimo consiglio presbiterale della diocesi, i sacerdoti nel corso dello stesso incontro hanno chiamato anche il parroco di Monterosso Calabro don Oreste Borelli, di Vena Media don Giancarlo Loriggio, di Tropea don Nicola De Luca e di Limbadi Franco Massara. Oltre ai cinque membri scelti dai sacerdoti, della sorta di senato, a cui spetta il compito di coadiuvare il vescovo nel governo della diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea, faranno parte anche i vicari di zona, i direttori di alcuni degli uffici di settore e cinque presbiteri scelti direttamente da monsignor Renzo.          

 Anniversario Natuzza: il vescovo Renzo conferma i passi in avanti tra diocesi e fondazione (VIDEO)