Coronavirus, settimo caso a Stefanaconi: ora si valutano restrizioni

Nuova positività collegata alle precedenti e un ricovero in ospedale. Cresce la preoccupazione: sindaco e Asp di Vibo vagliano provvedimento di chiusura in caso di ulteriori contagi
Nuova positività collegata alle precedenti e un ricovero in ospedale. Cresce la preoccupazione: sindaco e Asp di Vibo vagliano provvedimento di chiusura in caso di ulteriori contagi
Informazione pubblicitaria
Il Comune di Stefanaconi
Informazione pubblicitaria

Informazione pubblicitaria

Si allarga a macchia d’olio il contagio da Sars-Cov2 a Stefanaconi dove, nel giro di poche ore, i casi positivi registrano un ulteriore incremento passando da sei a sette. Si tratta di un nuovo caso collegato ai primi, appartenente agli stessi nuclei familiari già interessati, all’interno dei quali si registra, purtroppo, anche un ricovero in ospedale. Benché la casistica appaia circoscritta e attentamente monitorata (altri tamponi sono in attesa di essere processati e altri ancora verranno effettuati nelle prossime ore), cresce la preoccupazione in paese per un potenziale estendersi del contagio. Al punto che si valutano possibili provvedimenti restrittivi.

Il sindaco Salvatore Solano, non a caso, è in costante contatto con l’Asp di Vibo Valentia e con il Dipartimento sanità della Regione Calabria per “decidere eventuali restrizioni che si riterranno necessarie nel caso di ulteriori  aumenti dei contagi. La situazione è seria ma non allarmante – si legge in una nota ufficiale -, pertanto, si invitano tutti i cittadini e le attività commerciali ad alzare l’attenzione osservando le distanze sociali e l’uso delle protezioni di sicurezza. Un augurio di vero cuore ai nostri compaesani di buona guarigione, con l’auspicio che la loro vittoria diventi la vittoria di una comunità che saprà affrontare e reagire di fronte a questa maledetta pandemia».