Coronavirus Vibo, due nuovi casi positivi: cresce l’ansia anche in città

Contagiati due giovani: il primo avrebbe avuto contatti con il focolaio di Stefanaconi; la seconda lavoro in un centro commerciale
Contagiati due giovani: il primo avrebbe avuto contatti con il focolaio di Stefanaconi; la seconda lavoro in un centro commerciale
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Informazione pubblicitaria

Ci sono due nuovi casi positivi al coronavirus SarsCov2 che riguardano Vibo Valentia. Dopo la ragazza rientrata nei giorni scorsi da fuori regione e ricoverata nel reparto Malattie infettive dell’ospedale Jazzolino, il Covid-19 torna ad affacciarsi in città colpendo due giovani. Il primo, residente in città, secondo quanto si apprende, avrebbe avuto contatti con uno dei casi positivi del focolaio di Stefanaconi nei giorni scorsi e, dopo essersi sottoposto a tampone (si trovava già in isolamento sulla base del sospetto di aver potuto contrarre il virus), ha scoperto di essere positivo. Il secondo caso riguarda una ragazza, in quarantena da circa una settimana, residente a San Costantino Calabro, che lavora al centro commerciale Vibo center. Circostanza che ora determinerà l’avvio della mappatura dei possibili contatti avvenuti sul posto di lavoro e, con ogni probabilità, la sanificazione dei locali commerciali interessati, così come già avvenuto in passato di situazioni analoghe.

A Stefanaconi, primo giorno dei tre di proroga della zona rossa (che scadrà mercoledì alle 24) in attesa di conoscere l’esito di tutti i tamponi cui la popolazione si è sottoposta nell’ambito della più massiccia campagna di screening mirato avviata dall’Asp di Vibo dall’inizio della pandemia. 14 i casi positivi registrati in paese, tre le persone che si trovano ricoverate all’ospedale di Vibo.