Black Widows: 49enne di Sorianello passa ai domiciliari

Il 21 settembre scorso è stato condannato a 5 anni e 8 mesi per armi e riciclaggio, ma assolto da due tentati omicidi
Il 21 settembre scorso è stato condannato a 5 anni e 8 mesi per armi e riciclaggio, ma assolto da due tentati omicidi
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria
Michele Nardo

Lascia il carcere per gli arresti domiciliari Michele Nardo, 49 anni, di Sorianello, il 21 settembre scorso condannato dal Tribunale collegiale di Vibo Valentia a 5 anni e 8 mesi per detenzione illegale di armi e riciclaggio di un’autovettura nell’ambito del processo nato dall’operazione della Dda di Catanzaro denominata “Black Widows”. Nei suoi confronti sono cadute le accuse in relazione ai due tentati omicidi, con la pubblica accusa che aveva chiesto la condanna a complessivi 12 anni e 6 mesi. La scarcerazione è stata ottenuta dagli avvocati Salvatore Staiano e Nazzareno Latassa in ragione dell’attenuazione delle esigenze cautelari. In particolare, Michele Nardo è stato assolto dall’accusa di concorso (mandante) nei tentati omicidi di Giovanni Nesci e del fratello dodicenne avvenuto il 28 luglio 2017 a Sorianello.

LEGGI ANCHE: ‘Ndrangheta: processo “Black Widows”, 7 condanne su 12 a Vibo

Informazione pubblicitaria