Stupefacenti a Ricadi e Drapia, arresti convalidati dal gip

Uno resta in carcere ed un altro passa ai domiciliari. La scoperta di marijuana e cocaina ad opera della polizia di Tropea e della Mobile di Vibo
Uno resta in carcere ed un altro passa ai domiciliari. La scoperta di marijuana e cocaina ad opera della polizia di Tropea e della Mobile di Vibo
Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Convalidati dal gip del Tribunale di Vibo Valentia, marina Russo, gli arresti operati dalla Squadra Mobile di Vibo Valentia e dai poliziotti del posto fisso di Polizia di Tropea nei territori comunali di Ricadi e Drapia. Diverse però le misure cautelari decise dal giudice. Resta infatti in carcere Palmiro Mazzitelli, 55 anni, di Ricadi, già noto alle forze dell’ordine e colto nella flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. A seguito di una perquisizione domiciliare nella sua abitazione di Ricadi sono stati rinvenuti e sequestrati circa 360 grammi di marijuana0,6 grammi di cocaina. Mazzitelli è difeso dall’avvocato Mario Bagnato.

Passa invece dal carcere agli arresti domiciliari, Gianfranco Rizzo, 51 anni, di Caria di Drapia. In una campagna nella sua disponibilità, ubicata nella frazione Brattirò di Drapia, i poliziotti hanno sequestrato circa 700 grammi di marijuana. Lo stesso è stato deferito anche per il reato di detenzione abusiva di armi poiché trovato in possesso di un numero di munizioni (24) superiore rispetto a quelle regolarmente denunciate. E’ difeso dall’avvocato Antonia Nicolini.

Informazione pubblicitaria