L’etica e i valori dell’Arma nel calendario 2018 dei Carabinieri: l’opera presentata anche a Vibo (VIDEO)

Lo storico almanacco si ispira quest’anno all’impegno della Benemerita in Italia e all’estero. Il comandante provinciale Gianfilippo Magro: «Un appuntamento molto significativo per tutti noi»

Lo storico almanacco si ispira quest’anno all’impegno della Benemerita in Italia e all’estero. Il comandante provinciale Gianfilippo Magro: «Un appuntamento molto significativo per tutti noi»

Un dettaglio della copertina del calendario 2018
Informazione pubblicitaria

È dedicato ai “valori etici e sociali dell’Arma” il calendario storico 2018 dei Carabinieri, presentato in tutti i Comandi d’Italia e, su scala nazionale, al Maxxi di Roma alla presenza del comandante generale Tullio Del Sette. Le tavole del calendario, ideate e realizzate sotto la direzione artistica di Silvia di Paolo, sono state illustrate al pubblico insieme ai temi della nuova edizione dell’Agenda 2018.

Informazione pubblicitaria

Un “rito” che si è celebrato anche al Comando provinciale dei Carabinieri di Vibo Valentia alla presenza del comandante provinciale Gianfilippo Magro, del suo vice Romano, del comandante della Compagnia Piermarco Borettaz e del comandante della Stazione Cosimo Sframeli.

Il calendario storico dell’Arma ha raggiunto una tiratura di 1.300.000 copie, di cui quasi 11.000 in lingue straniere. L’opera, è stato spiegato, vuole essere una rappresentazione visiva dell’essenza dell’istituzione che rende omaggio all’attività svolta dai carabinieri in Italia e all’estero a favore di tanti Paesi e delle loro forze di polizia. Non a caso, le pagine del calendario ospitano il lavori di artisti di vari Paesi del mondo nei quali l’Arma dispiega il suo impegno arricchite dai disegni dell’artista di fama internazionale Ugo Nespolo. L’agenda 2018, poi, ha dedicato il proprio inserto allo sport nell’Arma ed ai gruppi sportivi dei carabinieri.

Nella prefazione al calendario, il comandante generale Tullio del Sette sottolinea l’impegno all’estero dei militari dell’Arma in missioni a sostegno della pace, di addestramento e di cooperazione internazionale. «Il calendario di quest’anno – ha rilevato – rende omaggio a questa difficile attività svolta dall’Arma all’estero e in Italia a favore di tanti Paesi e delle loro forze di polizia».

Dal canto suo, il colonnello Magro nel corso dell’incontro con la stampa vibonese, ha ricordato come «la pubblicazione del calendario è per noi carabinieri un momento particolare e importante di fronte ad un oggetto molto significativo che ogni anno affronta una tema importante: quest’anno la centralità dei valori etici e sociali che affrontiamo ogni giorno. Quindi sicurezza, convivenza civile, tutela dell’ambiente, del patrimonio, delle fasce più deboli. Temi declinati con opere di artisti con cui i valori sono condivisi sia in Italia che nel mondo».