Lesioni personali: rinviato a marzo il processo al sindaco di San Calogero

Il neo primo cittadino Giuseppe Maruca imputato per una presunta aggressione ad altro consigliere risalente all’ottobre 2018 quando era capogruppo della minoranza. L’astensione dei magistrati onorari fa saltare l’udienza
Il neo primo cittadino Giuseppe Maruca imputato per una presunta aggressione ad altro consigliere risalente all’ottobre 2018 quando era capogruppo della minoranza. L’astensione dei magistrati onorari fa saltare l’udienza
Informazione pubblicitaria
Giuseppe Maruca

E’ stato rinviato al 30 marzo del prossimo anno il processo che vede il neo sindaco di San Calogero Giuseppe Maruca, 62 anni, imputato del reato di lesione personale. L’astensione dei magistrati onorari e dei Giudici di Pace – proclamata in tutta Italia dal 12 al 16 ottobre – non ha permesso infatti oggi la celebrazione del processo che, dinanzi al Giudice di Pace del Tribunale di Vibo Valentia, vede imputato Giuseppe Maruca, all’epoca dei fatti capogruppo di minoranza nel consiglio comunale di San Calogero, per aver cagionato a Giuseppe Cocciolo (all’epoca consigliere di maggioranza) – secondo l’accusa – lesioni personali consistenti in un “ematoma post-traumatico in zona inguinale destra guaribile in cinque giorni”.

Ad avviso della pubblica accusa, rappresentata dal pm Rossella Cortese, Giuseppe Maruca avrebbe aggredito Giuseppe Cocciolo, 69 anni, con un calcio nella zona inguinale in data 19 ottobre 2018 al termine di un consiglio comunale. Fra le fonti di prova indicate dall’ufficio di Procura, la querela della parte offesa, i referti medici e l’esame di tre testi. Se ne riparlerà ora il 30 marzo prossimo. Giuseppe Maruca è difeso dall’avvocato Elisa Solano.
Dal 22 settembre scorso, Giuseppe Maruca è il nuovo sindaco di San Calogero. Con la sua lista “La Libertà” ha staccato di quasi 400 voti la lista “Insieme per crescere”.