Coronavirus Calabria, nuove restrizioni in vista: coprifuoco e scuole chiuse

Didattica a distanza per medie e superiori. Esercizi commerciali e spostamenti bloccati da mezzanotte alle 5. Restrizioni anche per gli accessi negli ospedali e le visite ambulatoriali
Didattica a distanza per medie e superiori. Esercizi commerciali e spostamenti bloccati da mezzanotte alle 5. Restrizioni anche per gli accessi negli ospedali e le visite ambulatoriali
Informazione pubblicitaria
La "Cittadella", sede della Regione Calabria

Troppi contagi. Solo oggi il bollettino regionale riportava 187 nuovi casi positivi, il dato più alto da inizio emergenza. Questo il motivo della nuova e imminente ordinanza della Regione Calabria che prevede importanti restrizioni su tutto il territorio regionale della durata di due settimane. Il provvedimento presumibilmente sarà valido da lunedì.

Le misure anticipate in un audio che il presidente facente funzioni della Regione Calabria Nino Spirlì  nel pomeriggio ha inoltrato a sindaci, consiglieri e capigruppo.

La scuola

In particolare una parte dei provvedimenti riguarderà la scuola: didattica a distanza per le scuole superiori e medie. Non è escluso, però, che lo stop possa riguardare anche la scuola primaria e gli asili. Sulla questione si attende l’ok da Roma.

Stop alle visite dei parenti nelle strutture sanitarie

Limitazioni riguardano anche i parenti dei degenti che non potranno entrare negli ospedali, nelle rsa e negli ambulatori. Limitazioni anche alle visite specialistiche non urgenti.

Coprifuoco dalle 24

Una stretta riguarda anche gli spostamenti con il blocco notturno della circolazione e delle attività. Coprifuoco da mezzanotte fino alle cinque del mattino in tutta la regione.