Ricettazione di mobili di antiquariato: due assoluzioni a Vibo

Gli imputati erano accusati di aver detenuto mobili provento di un furto avvenuto ad Acquaro nel 2013

Gli imputati erano accusati di aver detenuto mobili provento di un furto avvenuto ad Acquaro nel 2013

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Il Tribunale monocratico di Vibo Valentia ha assolto Giuseppe e Maria Scarmozzino, entrambi di Acquaro, accusati del reato di concorso in ricettazione. Il difensore dei due imputati, l’avvocato Antonio Porcelli, ed il suo sostituto in udienza, dott. Francesco Alessandria, hanno infatti ottenuto sentenza di assoluzione con formula piena dall’accusa formulata dalla Procura di Vibo per la detenzione di mobili di antiquariato costituenti il provento di un furto denunciato il 13 maggio 2013 da Antonio Inzillo.

Informazione pubblicitaria