Sparò ferendo il rivale alla schiena, una condanna a Vibo

L’episodio lo scorso anno a Presinaci, frazione di Rombiolo. Sei anni di reclusione all’imputato

L’episodio lo scorso anno a Presinaci, frazione di Rombiolo. Sei anni di reclusione all’imputato

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

E’ stato condannato a 6 anni di reclusione Maurizio Castagna, 41 anni, di Presinaci, frazione di Rombiolo, accusato di aver ferito con un colpo di pistola alla schiena Massimo Soriano, 45 anni, che si trovava a bordo di uno scooter in una piazzetta del paese. Questa la sentenza del Tribunale collegiale di Vibo Valentia a fronte di una richiesta di condanna a 10 anni di carcere.

Informazione pubblicitaria

Maurizio Castagna (in foto) era stato individuato dopo poche ore dalla sparatoria dai carabinieri delle stazioni di Rombiolo e di Tropea. La vittima, riconoscendo Castagna ed intuendone le “cattive” intenzioni, aveva provato ad allontanarsi velocemente a bordo del suo ciclomotore venendo però raggiunto alla schiena da un colpo di pistola.

Dopo pochi metri lo stesso Soriano, imbattutosi in un medico condotto che ha fatto scattare l’allarme, era stato trasportato al Pronto soccorso dell’ospedale di Vibo dove i sanitari avevano provveduto a curare la ferita. Nel condannare l’imputato, i giudici hanno riqualificato il reato di tentato omicidio in lesioni personali.