domenica,Giugno 20 2021

Consigliere positivo a Vibo, nessun tampone per i componenti dell’assise

Il presidente dell’assemblea Putrino fa il punto sul caso che ha destato non poca preoccupazione tra i banchi di Palazzo Razza: «Ecco perché non sussistono le ragioni per effettuare i test»

Consigliere positivo a Vibo, nessun tampone per i componenti dell’assise

«Appresa la notizia della positività del nostro collega consigliere, personalmente ho provveduto ad interloquire immediatamente, già nel primo pomeriggio di sabato, con le autorità sanitarie dell’Asp deputate ad emettere eventuali provvedimenti in merito a tamponi collettivi. Sottolineo e confermo che nessun provvedimento è stato emesso dall’Asp nei confronti dei consiglieri comunali, perché non se ne ravvedono le ragioni del caso». Il presidente del Consiglio comunale di Vibo Valentia, RinoPutrino, interviene per stemperare la preoccupazione ingenerata tra i banchi del civico consesso vibonese alla notizia della positività al tampone del Covid19 di un esponente della maggioranza.

«Da quanto risulta al sottoscritto – spiega Putrino -, sono da considerarsi “da attenzionare” solo i contatti che il collega consigliere ha avuto da mercoledì 28 ottobre in poi, in quanto al tampone effettuato il giorno martedì 27 lo stesso risultava essere negativo e la seduta dell’assise si è tenuta lunedì 26. Quindi – prosegue il presidente del Consiglio – i sanitari responsabili dell’Asp non hanno ritenuto necessario assolutamente perché “nonmotivato” disporre un tampone anche per gli altri. Come noto, da protocollo, per essere sottoposto a tampone serve una motivazione valida e ben precisa e quindi un sospetto che al momento non esiste assolutamente. Tutto ciò anche per evitare di sprecare un test che potrebbe tornare utile ad altri soggetti potenzialmente in possesso di validi motivi per essere testati, proprio perché magari sintomatici. Piuttosto – segnala Putrino -, verificate le condizioni di salute attuali del collega assolutamente asintomatico e comunque sottoposto a quarantena obbligatoria, tutto il Consiglio comunale e tutta l’Amministrazione auspicano ed augurano al consigliere contagiato tempi rapidi di guarigione e uno stato di salute tale da consentire al più presto un ritorno all’attività professionale prima e politica poi. Trattandosi di un argomento molto delicato e di interesse mondiale credo sia corretto dare notizie ed informazioni esatte e senza distorsione alcuna. Comprenderete l’eco che notizie del genere, inesatte o comunque incomplete, potrebbero generare nell’opinione pubblica. Motivo per cui, era giusto fornire informazioni e versioni più dettagliate».

Coronavirus, positivo un consigliere di maggioranza al Comune di Vibo

top