Tentò di uccidere i familiari con un’ascia, condannato a 7 anni e mezzo

Sentenza del Tribunale di Vibo Valentia nei confronti di un 76enne di Mileto accusato di tentato omicidio. Le vittime sono di San Calogero

Sentenza del Tribunale di Vibo Valentia nei confronti di un 76enne di Mileto accusato di tentato omicidio. Le vittime sono di San Calogero

Informazione pubblicitaria

Colpì con un’accetta il fratello e la cognata il 9 febbraio scorso a Mileto. Con l’accusa di tentato omicidio, il Tribunale collegiale di Vibo Valentia ha condannato Domenico Grillo, 76 anni, di Mileto alla pena di 7 anni e 6 mesi. Avrebbe colpito alla testa prima Domenica Grillo, provocando alla donna una profonda ferita, e successivamente si sarebbe scagliato contro Rocco Grillo, 70 anni, provocandogli lesioni alla mano. Domenico Grillo avrebbe poi minacciato di morte una terza persona. L’imputato (difeso dall’avvocato Aldo Currà) è stato altresì condannato a risarcire Domenica e Rocco Grillo, parti civili nel processo con gli avvocati Francesco Muzzopappa ed Elisa Solano. I danni saranno liquidati in separata sede.

Le vittime (marito e moglie), che risiedono a San Calogero, si erano recati a Mileto per far visita alla famiglia parcheggiando la propria automobile davanti all’abitazione dell’anziano fratello, Domenico Grillo. Questi probabilmente ha pensato non si sia trattato di una casualità ma di un chiaro messaggio di sfida, visti alcuni dissidi del passato. Da qui l’aggressione con un’ascia al fratello e alla cognata.

Sul posto si erano portati nell’immediatezza dei fatti i carabinieri della locale Stazione che avevano recuperato l’arma e poi arrestato l’aggressore, mentre il congiunto ferito era stato trasportato in ospedale insieme alla moglie.