Viola la misura di prevenzione, un arresto a Tropea

Si sarebbe accompagnato a diversi pregiudicati fra cui anche il boss del paese

Si sarebbe accompagnato a diversi pregiudicati fra cui anche il boss del paese

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Violazione della misura di prevenzione. Con questa accusa i carabinieri hanno arrestato a Tropea, Gaetano Muscia, 53 anni, del luogo, soggetto ben noto alle forze dell’ordine ed alle cronache e, da ultimo, condannato il 17 febbraio scorso a 7 anni di reclusione per usura ed estorsione al termine del processo “Black money” celebrato in primo grado dinanzi al Tribunale collegiale di Vibo Valentia.

Informazione pubblicitaria

A Muscia – finito agli arresti domiciliari – si contesta di essersi accompagnato ad un pregiudicato. E’ difeso dagli avvocati Giuseppe Di Renzo e Mario Bagnato.

‘Ndrangheta: “Black money”, il pm presenta appello per 7 imputati

‘Ndrangheta: “Black money”, ecco i motivi della sentenza contro il clan Mancuso

‘Ndrangheta, sentenza “Black money” sul clan Mancuso: “Vuoto probatorio”