Bomba da 135 grammi pronta per Capodanno, due arresti a Nicotera (FOTO/VIDEO)

Sequestrata dai carabinieri la pericolosa “fireball” avente la stessa forza d’urto di una bomba a mano e la capacità di innescare incendi distruttivi

Sequestrata dai carabinieri la pericolosa “fireball” avente la stessa forza d’urto di una bomba a mano e la capacità di innescare incendi distruttivi

Informazione pubblicitaria
La bomba trovata a Nicotera
Informazione pubblicitaria

I militari delle Stazioni dei carabinieri di Nicotera e Nicotera Marina, nell’ambito dei controlli agli artifizi esplosivi per il Capodanno, hanno eseguito nella giornata di oggi una perquisizione in un negozio specializzato nella vendita di tali prodotti. 

Informazione pubblicitaria

Pur risultando tutto in regola, i militari hanno deciso di controllare anche una pertinenza del negozio, un piccolo magazzino, dove, occultato in un buco, vi era un involucro di plastica con una bottiglia da 500 millilitri di liquido infiammabile, un cilindro plastico contenente gpl propano e un manufatto artigianale con alla sommità una miccia pirotecnica, il tutto collegato tra loro. 

Subito insospettiti, i carabinieri decidevano quindi di sospendere le operazioni e di contattare gli artificieri di Catanzaro. Gli stessi davano il loro responso: si trattava di una vera e propria bomba artigianale, con materiale esplodente totale di 135 grammi che aveva come caratteristica quella di avere una forza d’urto di una bomba a mano e la capacità di creare una vera e propria palla di fuoco, capace di innescare incendi distruttivi. 

La bomba quindi, chiamata proprio per quest’ultima caratteristica “fireball”, portava all’arresto, per la produzione e la detenzione di artifici esplosivi, il 55enne proprietario del negozio, Antonio Pasquale Destefano, e il suo lavorante Giuseppe Di Leo, 28 anni, già noto alle forze dell’ordine. Entrambi sono stati posti agli arresti domiciliari, in attesa delle decisioni della magistratura.