Bancarotta fraudolenta dei Mancini: ecco chi sono i 10 indagati dalla Procura di Vibo

L’inchiesta della Guardia di Finanza dopo il fallimento della“501 Hotel S.p.A”, del “501 Hotel Gestione S.r.l.”, della “Phoenices General Trade S.r.l.” e della “Onda Verde Mare S.r.l”
L’inchiesta della Guardia di Finanza dopo il fallimento della“501 Hotel S.p.A”, del “501 Hotel Gestione S.r.l.”, della “Phoenices General Trade S.r.l.” e della “Onda Verde Mare S.r.l”
Informazione pubblicitaria
L'hotel 501 a Vibo

Sono 10 gli indagati nei cui confronti sono state chiuse le indagini preliminari nell’ambito dell’inchiesta della Procura di Vibo Valentia (procuratore Camillo Falvo, pm Concettina Iannazzo) che mira a far luce sulla bancarotta fraudolenta delle società “501 Hotel S.p.A”, “501 Hotel Gestione S.r.l.”, “Phoenices General Trade S.r.l.”, “Onda Verde Mare S.r.l.”, tutte facenti capo in passato alla nota famiglia di imprenditori di Vibo Valentia dei Mancini. Gli indagati destinatari dell’avviso di conclusione indagini sono: Saverio Mancini, 56 anni (figlio del defunto Peppino Mancini), di Vibo Valentia ma residente a Milano; Giuseppe Mancini, 48 anni (figlio del defunto Saverio Mancini), di Vibo Valentia; Giovanni Mancini, 45 anni, di Vibo Valentia; Luigi De Paola, 81 anni, nativo di Reggio Calabria ma residente a Milano; Teresa Malfarà Sacchini, 64 anni, di Sant’Onofrio; Sergio Casati, 59 anni, di Vibo Valentia; Giuseppe Paparatto, 52 anni, di Ricadi; Paolo Silva, 57 anni di Pontenure (Pc); Angelo Sabatino, 56 anni, di Vibo Valentia; Isabella Lo Riggio, 55 anni, di Vibo Valentia. L’inchiesta è stata condotta sul “campo” dalla Guardia di Finanza. [Continua dopo la pubblicità]

Tutti gli indagati avranno ora venti giorni di tempo per chiedere alla Procura di essere interrogati o presentare eventuali memorie difensive attraverso i rispettivi legali.

LEGGI ANCHE: Bancarotta fraudolenta a Vibo degli imprenditori Mancini, 10 gli indagati – Video

Operazione “Rinascita”: le mani dei clan sul 501 Hotel di Vibo

Truffa all’Inps, Cassazione condanna gli ex amministratori del 501 Hotel