Armi nel vano del contatore: un arresto a Vibo Valentia (VIDEO)

La scoperta a seguito di alcuni controlli e perquisizioni da parte dei militari dell'Arma

La scoperta a seguito di alcuni controlli e perquisizioni da parte dei militari dell'Arma

Informazione pubblicitaria
Le armi e le munizioni sequestrate
Informazione pubblicitaria

I carabinieri del Nucleo operativo e radiomobile (Norm) della Compagnia di Vibo Valentia, in collaborazione con lo Squadrone Eliportato Cacciatori “Calabria”, hanno tratto in arresto Michele Camillò, 35 anni, del luogo, con precedenti di polizia. Nel corso di una perquisizione, i militari dell’Arma hanno scoperto tre pistole, con altrettanti caricatori e ben 450 proiettili di vario calibro, nascoste in un’intercapedine ricavata nel contatore del condominio dove abita il 35enne.

Informazione pubblicitaria

Occultate in quattro sacchetti di stoffa, nello specifico sono state trovate: una pistola beretta calibro 9 con matricola abrasa; una pistola beretta calibro 7,65 con matricola punzonata; un revolver beretta calibro 4 colpo singolo non censito in banca dati; 250 colpi calibro 9 luger; 100 colpi calibro 32 Sw; 100 colpi calibro 45 Acp. Tutte le armi sono state sottoposte a sequestro.

Dopo le formalità di rito, Camillò è stato condotto nel carcere di Vibo Valentia. Dovrà rispondere di detenzione illegale di armi e munizioni