Omicidio Belsito a Pizzo, annullata l’ordinanza per Francesco Fortuna

Decisione del Riesame per il delitto compiuto il 18 marzo 2004 che ha fatto registrare il 14 gennaio scorso una serie di arresti
Decisione del Riesame per il delitto compiuto il 18 marzo 2004 che ha fatto registrare il 14 gennaio scorso una serie di arresti
Informazione pubblicitaria
Francesco Fortuna

Il Tribunale del Riesame di Catanzaro ha annullato l’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di Francesco Fortuna, 41 anni, di Sant’Onofrio, accusato di concorso nell’omicidio di Domenico Belsito, ucciso il 18 marzo del 2004 a Pizzo Calabro lungo la via Nazionale. Un delitto ricostruito dai carabinieri grazie al contributo del collaboratore di giustizia, Andrea Mantella, che con tale omicidio si alleò definitivamente al clan Bonavota di Sant’Onofrio. Il Tdl ha accolto il ricorso degli avvocati Sergio Rotundo e Salvatore Staiano. Francesco Fortuna nella medesima inchiesta è anche accusato di aver preso parte al tentato omicidio nei confronti di Antonio Franzè, 66 anni, di Vibo Valentia, rimasto ferito alla spalla destra da colpi di arma da fuoco e reo di avere mancato di rispetto nei confronti del cognato Andrea Mantella, sminuendone in città la reputazione. Del tentato omicidio sono chiamati a rispondere Andrea Mantella, Salvatore Mantella, Francesco Fortuna e Domenico Bonavota. [Continua dopo la pubblicità]

Dell’omicidio Belsito sono invece accusati, oltre a Francesco Fortuna, anche: Nicola Bonavota, 45 anni, di Sant’Onofrio; Domenico Bonavota, 41 anni, di Sant’Onofrio, fratello di Nicola; Onofrio Barbieri, 41 anni, di Sant’Onofrio ma residente a Vena Superiore; Salvatore Mantella, 47 anni, di Vibo Valentia (cugino del collaboratore Andrea Mantella); Pasquale  Bonavota, 47 anni, latitante in quanto  già colpito da numerosi altri gravi provvedimenti restrittivi.

Francesco Fortuna non lascerà tuttavia il carcere in quanto coinvolto nelle operazioni antimafia “Conquista” e “Rinascita-Scott”.

LEGGI ANCHE: Omicidio Belsito a Pizzo: le dichiarazioni di Andrea Mantella e Bartolomeo Arena

Omicidio Belsito a Pizzo: il ruolo dei sanitari dell’ospedale di Vibo nel decesso

‘Ndrangheta: sei arresti per l’omicidio di Domenico Belsito a Pizzo – NOMI