giovedì,Giugno 24 2021

Riapre L’Ormeggio a Vibo Marina, il Cds concede la sospensiva

In attesa della discussione nel merito del ricorso, i giudici amministrativi di secondo grado sospendono l’efficacia della sentenza del Tar che ha dato ragione al Comune

Riapre L’Ormeggio a Vibo Marina, il Cds concede la sospensiva

E’ stata accolta dal Consiglio di Stato la richiesta di sospensiva della sentenza con la quale il Tar di Catanzaro nel dicembre scorso ha dato ragione all’ordinanza con la quale il Comune di Vibo Valentia ha disposto la chiusura del pubblico esercizio (Wine bar) denominato “L’Ormeggio”, sito a Vibo Marina. Restando “impregiudicata ogni valutazione sul merito dell’appello – ha sottolineato il Consiglio di Stato – è dato ravvisare allo stato prevalenti ragioni di periculum idonee a giustificare l’adozione della misura cautelare richiesta, stante in particolare l’ordine di chiusura dell’esercizio in attività impartito all’appellante” “Pintoger sas” di Luciano De Pinto, assistito dall’avvocato Giuseppe Pasquino. La trattazione nel merito del ricorso è stata fissata dai giudici amministrativi di secondo grado per il 9 dicembre prossimo. Sino a tale data, L’Ormeggio potrà riaprire regolarmente. Il primo grado il Tar ha dato ragione al Comune di Vibo Valentia (assistito dall’avvocato Maristella Paolì) checontestato a L’Ormeggio la carenza dei certificati di agibilità dei locali, irregolarità urbanistiche ed edilizie, oltre all’assenza di apposita concessione del suolo demaniale.

top