Pistola e proiettili sotto il cuscino, una condanna a Vibo

Pena sospesa e immediata liberazione per un 53enne di Badia di Nicotera arrestato a luglio  

Pena sospesa e immediata liberazione per un 53enne di Badia di Nicotera arrestato a luglio  

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

 

Informazione pubblicitaria

Un anno ed 8 mesi, con la sospensione condizionale della pena ed immediato ritorno in libertà. Questa la sentenza emessa dal gup del Tribunale di Vibo, Graziamaria Monaco, nei confronti di Vincenzo Mercuri, 53 anni, di Badia di Nicotera, fermato il 21 luglio scorso – e poi finito agli arresti domiciliari – dai carabinieri della Compagnia di Tropea e delle Stazioni di Nicotera, Nicotera Marina e Limbadi, con l’accusa di ricettazione, detenzione illegale di armi e munizioni. Il pm aveva chiesto la condanna a 3 anni e 4 mesi. Al termine delle discussioni degli avvocati Francesco e Paola Stilo, il giudice ha però deciso per un anno ed 8 mesi di pena, con la sospensione condizionale. 

Nel corso di una perquisizione domiciliare è stata trovata sotto il cuscino della stanza da letto del 53enne una pistola di marca Colt, modello Cobra, calibro 38 special, contenente sei colpi dello stesso calibro. In un sacchetto di plastica erano state poi trovate 46 cartucce calibro 38.