mercoledì,Luglio 28 2021

Fabrizia, il maresciallo Pelaia saluta: i ringraziamenti del sindaco Fazio

Il comandante della Stazione dei carabinieri destinato ad altro importante incarico. Il primo cittadino manifesta apprezzamento per il suo lavoro, specie nell’emergenza pandemica

Fabrizia, il maresciallo Pelaia saluta: i ringraziamenti del sindaco Fazio
La Stazione dei carabinieri di Fabrizia

Dopo «lunghi anni di diligente e professionale lavoro in qualità di comandante della Stazione dei Carabinieri di Fabrizia, il maresciallo GiuseppePelaia lascia il comando per assumere un altro importante incarico lontano dalle Serre vibonesi».

Nel complimentarsi con lui «per la realizzazione di questo eccellente traguardo professionale», il sindaco di Fabrizia FrancescoFazio, «a nome dell’Amministrazione comunale e della cittadinanza tutta, si pregia di ringraziare il maresciallo Pelaia per aver garantito alla comunità fabriziese un costante, continuoedattento presidio di legalità e di sicurezza, al comando della locale Stazione, importantissima e centrale per l’intero comprensorio».

Per Fazio: «molteplici e di particolare rilievo sono state le occasioni nelle quali, di concerto e con istituzionale collaborazione, ciascuno avvalorando la propria specifica competenza, si sono diramati efficaci azioni ed interventi finalizzati a garantire i supremi principi della legalità e della pubblica sicurezza, nonché il rispetto delle sacrosante regole del vivere civile. In questo delicatissimo periodo di emergenza sanitaria, però, una sentita nota di ringraziamento non può che essere riservata, soprattutto, alle eccellenti azioni di coordinamento attuate al fine di limitare al minimo i pericoli di diffusione del contagio pandemico».

Il sindaco rileva come «non a caso, le puntuali azioni di prevenzione e vigilanza, dispiegate congiuntamente dall’Amministrazione comunale e dalle forze dell’ordine, hanno consentito di limitare il pericolo e riportare prontamente alla normalità una comunità precipitata per ben due volte all’interno di un pericoloso focolaio virale che l’ha costretta ad essere chiusa come “zona rossa” per ben due volte e con due successivi decreti del presidente della Regione Calabria».

A Pelaia «vanno non solo i miei più sentiti ringraziamenti ed un sincero attestato di stima, ma anche i miei migliori auguri per l’importantissimo ruolo che d’ora in poi sarà chiamato a svolgere e che svolgerà, ne sono certo, con la professionalità, l’impegno e la costanza da sempre dimostrati nel suo agire in qualità di pubblico ufficiale».

Articoli correlati

top