Prelevano inerti da un terreno demaniale, in tre arrestati a Capistrano

Due giovani di nazionalità rumena e un 55enne del luogo sono finiti ai domiciliari dopo essere stati sorpresi dai carabinieri a raccogliere materiale sabbioso da un costone già soggetto a numerose frane 

Due giovani di nazionalità rumena e un 55enne del luogo sono finiti ai domiciliari dopo essere stati sorpresi dai carabinieri a raccogliere materiale sabbioso da un costone già soggetto a numerose frane 

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

I carabinieri della Stazione di Monterosso Calabro, nel corso di un servizio perlustrativo, mentre transitavano in Capistrano, località “Oriale”, hanno intercettato due persone, successivamente identificate in B. C., 22enne, e A. C., 32enne, entrambi di nazionalità rumena, che, su una parete fortemente scoscesa  in passato già soggetta a numerose frane, erano intenti a raccogliere del materiale sabbioso per poi caricarlo su un mezzo furgonato poco distante. 

Informazione pubblicitaria

I militari, accortisi della pericolosità dell’azione, hanno fermato i due, notando, una volta giunti sul posto, un’altra persona, C. C., 51enne originario di Capistrano, che si trovava a bordo del veicolo sul quale i due rumeni stavano caricando il materiale di risulta. 

I carabinieri, accertata la proprietà demaniale del terreno e verificata la mancanza di qualsivoglia autorizzazione al prelievo del materiale, hanno arrestato in stato di flagranza i tre soggetti e, dopo aver informato la Procura di Vibo, li hanno accompagnati nelle proprie abitazioni in regime di arresti domiciliari in attesa dell’udienza che si celebrerà con rito direttissimo.