Terza categoria, giocatori del Real Pizzo oggetto di atti razzisti a Lamezia

Gli atleti di colore della squadra aggrediti e insultati durante la gara contro la Vigor 1919. A denunciarlo il presidente Francesco Santacroce

Gli atleti di colore della squadra aggrediti e insultati durante la gara contro la Vigor 1919. A denunciarlo il presidente Francesco Santacroce

Il Real Pizzo
Informazione pubblicitaria

«Atti che nulla hanno a che fare con lo sport e dalla marcata matrice razzista». E’ quanto denuncia il presidente del Real Pizzo, squadra militante nel campionato di Terza categoria, Francesco Santacroce. Ad essere presi di mira tre giocatori di colore in forza alla società napitina. La vicenda ha avuto luogo mercoledì scorso, quando la Real Pizzo si è recata a Lamezia Terme per disputare la gara di recupero contro la Vigor 1919

Informazione pubblicitaria

«Per tutta la partita – ha raccontato il massimo dirigente – tre miei giovani giocatori hanno dovuto subire pesanti offese verbali dagli avversari e dal pubblico fin quando, in una pausa della partita, uno dei giocatori seduto sulla panchina della Vigor 1919 è entrato in campo ed ha addirittura tirato un pugno sulla testa di uno de tre ragazzi. Così come al triplice fischio gli stessi hanno subito una violentissima aggressione». 

Una violenza descritta da Santacroce come «inaudita e razzista. Non posso definirla diversamente, alla quale abbiamo posto un freno grazie anche all’arrivo della Polizia alla quale ho denunciato subito l’accaduto. I ragazzi africani hanno una storia travagliata alle spalle e vederli soffrire così per una partita di calcio è inaccettabile».