San Nicola da Crissa, il Servizio civile diventa motore di crescita e confronto

Due convegni in meno di una settimana nel piccolo centro delle Preserre, organizzati dai giovani impegnati nei progetti “La grande bellezza” e “Costantino Belluscio”. Al centro dei lavori tradizioni locali e imprenditoria giovanile

Due convegni in meno di una settimana nel piccolo centro delle Preserre, organizzati dai giovani impegnati nei progetti “La grande bellezza” e “Costantino Belluscio”. Al centro dei lavori tradizioni locali e imprenditoria giovanile

Informazione pubblicitaria
I ragazzi del Servizio civile di San Nicola da Crissa
Informazione pubblicitaria

Creiamo il nostro futuro”, è lo slogan che ragazzi del servizio civile di San Nicola da Crissa hanno usato per riassumere le attività a cui stanno partecipando. Il resoconto di due convegni in meno di una settimana, il primo in data 31 marzo 2018, in concomitanza della Pasqua, per richiamare le tradizioni locali, riscoprendole e valorizzandole per cercare di ripartire da queste affinché siano solide basi per progettare le attività future; il secondo, il 6 aprile 2018 che ha messo al centro il lavoro e l’imprenditoria giovanile

Informazione pubblicitaria

I partecipanti al primo convegno, Sara Papa esperta di panificazione e lievito madre, Carmelo Cortellaro direttore del Centro Studi Futura, Giuseppe Condello primo cittadino di San Nicola da Crissa, Pasquale Fera consigliere provinciale di Vibo Valentia e, fuori programma, Michele Napolitano rappresentante della fattoria sociale Junceum. Il convegno è iniziato con i saluti del sindaco Condello che ha introdotto i ragazzi del Servizio civile nazionale i quali fanno parte dei progetti “La grande bellezza” e “Costantino Belluscio” che si occupano della memoria storica locale, i primi, e della valorizzazione dei centri storici, i secondi. I giovani hanno illustrato alcune tradizioni gastronomiche locali riguardanti la Pasqua e hanno mostrato dei video della preparazione di dolci tipici locali oltre che la dettagliata preparazione di alcuni dolci che loro stessi hanno preparato. Di seguito, Napolitano ha sottolineato l’importanza dei nostri territori attraverso la valorizzazione dei prodotti tipici ai quale Sara Papa ha espresso molto attaccamento ed ha illustrato quali sono le caratteristiche essenziali per avere prodotti genuini e di buona qualità rispettando l’identità dei luoghi di provenienza. 

Successivamente, Cortellaro ha espresso soddisfazione per l’organizzazione e per le iniziative che i gruppi stanno portando avanti esortandoli, anche duramente, a impegnarsi nella realizzazione di attività che possono valorizzare la formazione e la prospettiva di crescita individuale e professionale attraverso le attività del Servizio civile nazionale. Infine, il consigliere Fera ha sottolineato come le attività di promozione del territorio siano importanti nella prospettiva di ricerca del lavoro, specialmente nei nostri territori. Per approfondire proprio questo tema è stato successivamente organizzato un secondo convegno sull’imprenditoria giovanile che ha trattato le agevolazioni per le imprese del Sud nel quale sono intervenuti Enrico Mazza, amministratore delegato di Mondo impresa azienda e Pino Grillo commercialista ed esperto del lavoro, aprendo un dibattito su quali sono le condizioni necessarie per far partire un’idea imprenditoriale. I giovani che fanno parte dei progetti di Servizio civile nazionale, coordinati dal Centro Studi Futura, hanno dimostrato voglia di iniziativa, di volontà e soprattutto attenzione alla nostra terra e alle sue tradizioni. “Questo è solo l’inizio!”, hanno, con l’impegno di organizzare eventi in futuro, esortato la popolazione sannicolese a partecipare e crescere insieme, giovani e anziani.