Musica classica, al via la stagione concertistica di “Incontri mediterranei”

Giunta alla quarta edizione, la rassegna diretta da Gianfranco Russo, prevede un ricco cartellone che si snoderà tra il Sistema bibliotecario vibonese e Palazzo Murmura, a Vibo, e l’Accademia di Belle arti Fidia di Stefanaconi

Giunta alla quarta edizione, la rassegna diretta da Gianfranco Russo, prevede un ricco cartellone che si snoderà tra il Sistema bibliotecario vibonese e Palazzo Murmura, a Vibo, e l’Accademia di Belle arti Fidia di Stefanaconi

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

È ormai giunta alla sua quarta edizione la Stagione concertistica Incontri musicali mediterranei e il suo direttore artistico Gianfranco Russo presenta il cartellone di dieci appuntamenti che compone il programma 2018. Quest’anno, grazie al direttore organizzativo e comunicazione Maria Teresa Marzano, i concerti si svolgeranno a Vibo Valentia, al Sistema bibliotecario vibonese e a Palazzo Murmura, e a Stefanaconi, allAccademia di Belle arti Fidia. 

Informazione pubblicitaria

Programma al via sabato 30 giugno proprio all’Accademia Fidia con la pianista Margherita Capalbio, cheaffronterà la grande letteratura di Schumann, Listz e Chopin. Venerdì 6 luglio sarà il cortile del Sistema bibliotecario vibonese a ospitare il secondo appuntamento, un concerto lirico che  vedrà protagonisti tre giovani musicisti, il soprano Naomi Borello, il tenore Davide Minoliti, accompagnati al pianoforte da Carmelo Bongiovanni, che eseguiranno musiche di Tosti, Verdi e gli amori e passioni nei personaggi femminili pucciniani. Ancora al Sistema bibliotecario vibonesegli appuntamenti del 13 luglio, con il fisarmonicista Francesco Mazzei che eseguirà musiche di Bach, e del  18 luglio quando il pianista Giuseppe Maiorca eseguirà un programma viennese con autori come Mozart e Schubert oltre a un omaggio al compositore CastelnuovoTedesco a cinquant’anni dalla morte.

Il 29 luglio, a Palazzo Murmura, il Punto Coronato Quartet composto da Gianpaolo Macrì al flauto, Michael Manula al violino, Ilenia Didiano alla viola e Francesco Valenzisi al violoncello eseguirà i quartetti di Paisiello e Mozart. Sabato 1 settembre Ivan, Isac e Igor Macrì si esibiranno di nuovo al Sistema bibliotecario vibonese, in un inusuale ensemble, formato da chitarra, violino e violoncello, con le musiche di Castelnuovo-Tedesco. Il 22 settembre, ancora, all’Accademia di Belle Arti Fidia il pianista Alessandro Marano proporrà Listz e Beethoven il mentre il 19 ottobresempre l’Accademia di Belle Arti Fidia ospiterà l’Amazing trio, un ensemble di tre chitarre con un programma ancora da definire. 

Come ogni anno la stagione ospiterà un giovane artista, quest’anno sarà la volta della pianista Teresa Campana, che si esibirà con musiche di Beethoven il giorno il 22 novembre, ancora una volta all’Accademia di Belle Arti Fidia. All’interno della stagione l’orchestra Sinfonietta Mediterranea diretta da Gianfranco Russo, eseguirà una composizione in prima assoluta del maestro Antonio Sirignano e il Concerto di Haydn per pianoforte e orchestra, con il pianista Alessandro Marano. L’orario previsto per i concerti è quello delle 20.30 e tutti i concerti sono a ingresso gratuito fino a esaurimento posti. Determinante è stato l’apporto fin dalla prima edizione di Michele Licata, direttore dell’Accademia di Belle Arti Fidia, che ha ospitato i concerti nell’aula magna dell’istituto di formazione a Stefanaconi.

Questa edizione si arricchisce del partenariato con il Sistema Bibliotecario Vibonese diretto da Gilberto Floriani, e dall’Associazione pro-Fondazione Antonino Murmura presieduta da Maria Murmura Folino in collaborazione con il Comune di Vibo Valentia e altre associazioni presenti sul territorio.