martedì,Luglio 27 2021

Vibo Capitale del libro, “Non chiamateli eroi”: di scena il volume di Gratteri e Nicaso

In città l'anteprima nazionale. Interverranno con gli autori il sindaco Maria Limardo e Gilberto Floriani, direttore scientifico del Sistema bibliotecario vibonese. L’evento vede inoltre la partecipazione di Fieri di Leggere, il Festival fondato dalla storica libreria Giannino Stoppani di Bologna

Vibo Capitale del libro, “Non chiamateli eroi”: di scena il volume di Gratteri e Nicaso
La copertina del libro scritto da Gratteri e Nicosa
Nicola Gratteri e Antonio Nicaso a Vibo

Domani, lunedì 14 giugno alle ore 18.30, presso Largo Antico Collegio (di fronte la Chiesa di S. Giuseppe), si terrà la presentazione, in anteprima nazionale, dell’ultimo libro di Gratteri e Nicaso, “Non chiamateli eroi. Falcone, Borsellino e altre storie di lotta alle mafie” (Mondadori, 2021). Interverranno con gli autori il sindaco Maria Limardo e Gilberto Floriani, direttore scientifico del Sistema bibliotecario vibonese. L’evento rientra nell’ambito delle iniziative di Vibo Valentia Capitale del Libro 2021, e vede inoltre la partecipazione di Fieri di Leggere, il Festival fondato dalla storica libreria Giannino Stoppani di Bologna, oggi curato dall’Accademia Drosselmeier, per portare i contenuti della Bologna Children’s Book Fair in città e nei dintorni; quest’anno il Festival ha deciso di allargare le proprie iniziative a tutto il territorio nazionale, raggiungendo anche Vibo Valentia e di dedicare alla nostra città la propria ventesima edizione. La presentazione del volume è promossa dall’amministrazione comunale capoluogo e dal Sistema. [Continua in basso]

Il sindaco Maria Limardo

«Nel marzo 2017 – affermano Grazia Gotti e Silvana Sola, ideatrici di Fieri di Leggere – siamo scese a Cosenza per il Festival B-Book e in aprile avevamo dedicato alla Calabria una pagina di un numero speciale de “L’Indice”, uscito in occasione della Bologna Children’s Book Fair, affidando a Michele D’Ignazio il compito scrivere di cose buone e di persone in movimento. Abbiamo ripreso il volo Bologna-Lamezia nel 2018, destinazione Vibo Valentia, per il Festival Leggere & Scrivere. Siamo poi tornate nel 2019 per lavorare a diversi progetti. L’asse Bologna – Vibo si è rafforzato pur nella distanza obbligata dalla pandemia, e in questo ha giocato un ruolo fondamentale la collaborazione stretta con il Comitato Nazionale Gianni Rodari. Oggi condividiamo la gioia degli amici di Vibo Valentia e di quella parte d’Italia che là è andata a parlare di libri, a incontrare lettori, bambini, ragazzi, adulti».

Gilberto Floriani, direttore del Sistema

Non chiamateli eroi. Falcone, Borsellino e altre storie di lotta alle mafie”: «Il 23 maggio del 1992  – ricorda una nota del Sbv – Giovanni Falcone, la scorta e sua moglie vengono uccisi nella Strage di Capaci. Pochi mesi dopo, il 19 luglio, Paolo Borsellino e cinque agenti della scorta perdono la vita nella Strage di via D’Amelio. A 30 anni dalla loro morte, una raccolta di storie e personaggi per raccontare ai ragazzi il loro coraggio e per continuare lottare contro le mafie nel loro nome. Nicola Gratteri e Antonio Nicaso ricordano le vite di chi, guardando la mafia negli occhi, ha deciso di difendere le proprie idee, la propria dignità: gli occhi di Giuseppe Letizia che – viene sottolineato nella nota –  nel buio, assistono spaventati allo svolgersi di un feroce assassinio; le parole “pericolose” di Peppino Impastato che ridicolizzano quegli uomini considerati intoccabili; i saldi principi di Giorgio Ambrosoli; la lotta solitaria del generale dalla Chiesa; la missione contro la mafia di Rosario Livatino, il “giudice ragazzino”; la determinazione di Libero Grassi a non cedere ai tentativi di estorsione; l’alternativa alla mafia e la possibilità di una vita diversa offerta ai giovani da don Pino Puglisi; il diritto a vivere libera rivendicato da Lea Garofalo. I loro sogni, la loro speranza, il loro coraggio sono un modo per non dimenticare: “Si può fare qualcosa, e se ognuno lo fa, allora si può fare molto”». [Continua in basso]

Fieri di Leggere: «Il Festival  – prosegue la nota del Sistema – in occasione del suo ventennale si allarga al territorio nazionale promuovendo un’azione di comunicazione che vuole fare sentire quante geografie si muovono in una rete virtuosa, quanti contenuti rivolti a bambini, ragazzi, adulti che li accompagnano (ma anche adulti impegnati in azioni di formazione sull’editoria per ragazzi). Librerie, biblioteche, scuole, giardini, piazze, musei. In presenza e in rete. L’Accademia Drosselmeier/Giannino Stoppani Cooperativa, istituita in seno alla Cooperativa Giannino Stoppani a novembre 2003, è il motore, il suggeritore e il recettore, la realtà che mette in rete e crea collaborazioni. L’editoria per ragazzi, i suoi attori si fa notare in chiusura – sono al centro di un programma che non esclude nessuno, che cerca di intessere rete, che attesta una ricchezza di soggetti e una grande qualità di contenuti».

L’evento infine si svolgerà in presenza, nel pieno rispetto delle norme anti-contagio, e sarà trasmesso in contemporanea sulla pagina Facebook del Sistema (www.facebook.com/MediatecaSBV), del comune di Vibo Valentia e sul canale YouTube EventiSBV.

top