Mileto apre le porte all’arte contemporanea, ecco “Incontri-confronti nella città normanna”

A partire da lunedì 30 luglio il Museo statale ospiterà la collettiva d’arte curata da Mimmo Corrado e Alfredo Mazzotta con il patrocinio di MiBact, Comune, Fai e Touring Club

A partire da lunedì 30 luglio il Museo statale ospiterà la collettiva d’arte curata da Mimmo Corrado e Alfredo Mazzotta con il patrocinio di MiBact, Comune, Fai e Touring Club

Informazione pubblicitaria
La prima sala del Museo di Mileto
Informazione pubblicitaria

Incontri-confronti artistici nella città normanna”. È questo il titolo della collettiva d’arte contemporanea che sarà inaugurata lunedì 30 luglio alle 19 all’interno del Museo statale di Mileto, vero scrigno di reperti del glorioso trascorso della città elevata nell’anno mille da Ruggero I d’Altavilla a capitale della propria contea. All’evento di apertura della mostra pittorica, allestita nella splendida cornice della nuova ala della struttura incastonata nell’ottocentesco Episcopio e guidata da Faustino Nigrelli, parteciperanno, tra gli altri, il direttore del Polo museale della Calabria Angela Acordon, il vescovo della diocesi di Mileto-Nicotera-Tropea, Luigi Renzo, e il sindaco di Mileto Rosetta Mazzeo. La rassegna rimarrà aperta al pubblico sino al prossimo 31 agosto, tutti i giorni dalle 10 alle 18. Curata da Mimmo Corrado e Alfredo Mazzotta, in collaborazione con il Museo statale, la Pro loco e l’Unpli, si avvarrà del patrocinio del MiBact, del Comune di Mileto, del Fai e del Touring Club. Ad esporre le loro opere pittoriche, nell’occasione saranno artisti italiani e stranieri quali: Nino Attinà, Remo Brindisi, Matteo Cannata, Giancarlo Cerri, Mimmo Corrado, Enotrio, Franco Fontana, Massimiliano Giordano, Ibrahim Kodra, Francesco Mangialardi, Laura Marello, Salvatore Mazzeo, Alfredo Mazzotta, Luciano Minguzzi, Francesco Papasidero, Bruno Polver, Salvatore Sebaste e Ernesto Treccani. “Incontri-confronti artistici nella città normanna” si prefigge di far conoscere la varietà dei linguaggi dell’arte contemporanea e, soprattutto, di approfondire e valorizzare i molteplici messaggi estetici e artistici degli espositori. Essa vuole rappresentare per il territorio non solo un’occasione d’incontro, ma anche un momento di sensibilizzazione, riflessione e confronto, al fine di coinvolgere e appassionare sempre di più all’arte pittorica. Una valida e concreta opportunità per incentivare la crescita individuale e collettiva, nel segno della bellezza e della cultura.

Informazione pubblicitaria