martedì,Luglio 27 2021

Vibo Marina, artista rinnova l’iscrizione sotto la statua di Santa Venere

Le lettere sulla targa in marmo ormai non si leggevano più. Ci ha pensato il pittore Giovanni Viafora a ridare lustro alla scultura rinvenuta a fine Ottocento durante la costruzione della ferrovia

Vibo Marina, artista rinnova l’iscrizione sotto la statua di Santa Venere

Giovanni Viafora è un artista denominato anche “il pittore dei fiori” essendo i suoi quadri essenzialmente costituiti da temi floreali. Ma stavolta ha deciso di impiegare i suoi pennelli, normalmente usati per dipingere le sue pregevoli opere, per uno scopo socialmente apprezzabile. E così ha provveduto, con mano precisa e grande pazienza, a rinnovare con la vernice nera le lettere dell’iscrizione esistente sulla targa in marmo posta sotto l’antica statua detta di “Santa Venere”, significativa per l’identità storica di Vibo Marina. [Continua in basso]

La statua di Santa Venere a Vibo Marina

La statua venne rinvenuta, verso la fine dell’800, durante i lavori per la costruzione del tracciato ferroviario Napoli-Reggio Calabria. Nel rudere marmoreo, che a prima vista sembrò possedere le sembianze di una donna sdraiata e coperta dal suo manto, la cultura popolare identificò Santa Venere, anche se in realtà potrebbe trattarsi del coperchio di un sarcofago, probabilmente appartenente ad una fanciulla, di età tardo-romana e proveniente da una vicina villa. La statua, nel tempo, ha acquisito la valenza di un bene culturale identitario per l’intera comunità del centro costiero. Nel 1987 venne concessa alla Pro Loco di Vibo Marina, che la collocò sul corso principale della cittadina portuale, al centro di un’aiuola affidata alla stessa associazione, che ultimamente ha inoltrato richiesta alla competente Soprintendenza per un possibile restauro della statua.

L’intervento di Viafora

Il tempo e gli agenti atmosferici avevano corroso il marmo della targa e in diversi punti la vernice nera era venuta meno rendendo difficilmente leggibili le lettere dell’iscrizione.
Un gesto di sensibilità che dimostra quanto sia importante mettere a disposizione le proprie competenze a favore della comunità, segnale positivo che va ad unirsi alle ultime lodevoli iniziative di cittadinanza attiva registratesi a Vibo Marina.

Articoli correlati

top