A Mileto successo per la mostra di pittura “Festa di colore tra i popoli”

La personale dell’artista Fina Currà è stata inaugurata nei giorni scorsi nella nuova ala del Museo statale in collaborazione con la Pro loco e con il patrocinio di Comune e Touring club 

La personale dell’artista Fina Currà è stata inaugurata nei giorni scorsi nella nuova ala del Museo statale in collaborazione con la Pro loco e con il patrocinio di Comune e Touring club 

Informazione pubblicitaria
La mostra "Festa di colore tra i popoli"
Informazione pubblicitaria

Prosegue con successo la mostra “Festa di colore tra i popoli” della pittrice Fina Currà, inaugurata nei giorni scorsi nella nuova ala del Museo statale di Mileto diretto da Faustino Nigrelli. Organizzata in collaborazione con la locale Pro loco e con il patrocinio del Comune e del Touring club, la personale dell’artista miletese, trapiantata a Torino, è divenuta in questi giorni meta di numerosi appassionati del settore, molti dei quali turisti e emigrati giunti in Calabria per trascorrere le vacanze estive. Nello stesso tempo, nei nuovi spazi espositivi della struttura miletese, afferente al Polo museale della Calabria diretto da Angela Acordon, rimane aperta al pubblico anche l’apprezzata collettiva “Incontri-confronti artistici nella città normanna”, curata dai maestri Mimmo Corrado e Alfredo Mazzotta. Attraverso i quadri presenti in “Festa di colore tra i popoli”, Fina Currà, attingendo alla fantasia e incastrando fra loro gli elementi della composizione, mette in evidenza i caratteri principali dei suoi soggetti, come i colori di un fiore, l’eleganza di un uccello o di una farfalla, la freschezza di un ramo di foglie, ma soprattutto la bellezza e la condizione delle donne di tutti i paesi del mondo, spesso ritratte alle prese con la fatica della sopravvivenza o nell’esecuzione di intensi e coinvolgenti balli latini e danze tribali. Il tutto, grazie al giusto utilizzo di un mix di tecniche pittoriche che, privilegiando l’olio e l’acrilico, spazia nel collage di stoffe e carte colorate. L’artista miletese, trasferitasi in Piemonte nel 1971, si dedica al disegno e alla pittura sin da giovane. Ha partecipato a diverse mostre collettive e personali, proseguendo nel tempo in una regolare attività espositiva. Negli ultimi anni ha, tra l’altro, presentato sue opere a Villa Giulia di Verbania-Pallanza, presso le Biblioteche nazionali di Torino, Cosenza e Roma, al 16° Salone del Libro di Villadossola-Verbania-Omegna, alla Biennale d’arte di Palermo, nel Palazzo civico di Torino e al Louvre di Parigi. Di lei, ha scritto anche il noto critico Vittorio Sgarbi. “Festa di colore tra i popoli” rimarrà aperta al pubblico fino al mese di settembre

Informazione pubblicitaria

LEGGI ANCHEMileto, inaugurata la mostra “Incontri-confronti artistici nella città normanna”