martedì,Luglio 27 2021

Mileto, conclusa la nona edizione di “Pinocchio in bicicletta”

La rassegna, organizzata dallo Sporting Club, ha visto impegnati gli alunni delle scuole nel racconto della tappa del Giro d’Italia con partenza da Mileto

Mileto, conclusa la nona edizione di “Pinocchio in bicicletta”
Uno degli alunni premiati

Un concorso dedicato alle scuole, incentrato su un evento sportivo di portata storica per il territorio: sulla tappa dell’edizione 2020 del Giro d’Italia che lo scorso 7 ottobre ha visto per la prima volta come luogo di partenza Mileto. Un modo per ripercorrere attraverso questo prestigioso appuntamento ciclistico il glorioso passato e l’enorme patrimonio storico-culturale-paesaggistico della cittadina normanna, della provincia di Vibo Valentia e dell’intera Calabria. Il tutto, non mancando di volgere lo sguardo alla promozione tra i giovani della disciplina delle due ruote. Questi, in breve, i tratti caratteristici dell’ottava edizione di “Pinocchio in bicicletta”, rassegna organizzata dallo Sporting Club di Mileto – guidato dal patron di mille corse Mimmo Bulzomì – in collaborazione con la Federazione ciclistica italiana. Gli alunni delle scuole attive sul territorio provinciale sono stati chiamati a esternare in vari modi (temi, poesie e quant’altro) le proprie emozioni riguardo alla tappa. E i risultati non si sono fatti attendere. La cerimonia di premiazione dei lavori più interessanti si è svolta nella Sala delle Laudi, adiacente alla basilica-cattedrale. [Continua in basso]

«Pinocchio in bicicletta rappresenta l’occasione preziosa per ritrovarci dopo la pandemia. Voi alunni – ha affermato nel corso dell’incontro l’ex presidente regionale della Fci Bulzomì, tra l’altro artefice con lo Sporting Club della partenza della tappa del Giro d’Italia da Mileto – siete il presente e il futuro del nostro paese. Voglio ringraziare per la vostra partecipazione i dirigenti scolastici degli Istituti comprensivi “Morabito” di Mileto ed “Enotrio Pugliese” di San Costantino Antonello Scalamandrè e Luisa Vitali, ma anche le maestre Francesca e Giuseppina Valente per l’impegno profuso e la loro piena adesione al progetto». A seguire, Bulzomì ha ripercorso il mezzo secolo di vita dello Sporting Club, ricordando che questa realtà è stata «la prima associazione sportiva della Calabria ad organizzare nel 1984 una gara a tappe internazionale per dilettanti, nello specifico la mitica “Corsa del Sole”. Tale competizione – ha rimarcato – nelle varie edizioni ha visto tra i suoi partecipanti campioni del calibro di Marco Pantani. Ad essa, la Rai nazionale dedicava ben 35 minuti al giorno. Qualche anno dopo eravamo riusciti ad ottenere 10 miliardi delle vecchie lire per la realizzazione di un Velodromo a Mileto. Il progetto non andò avanti e i soldi furono persi per la pochezza e l’inadeguatezza degli amministratori locali dell’epoca. Un’occasione mancata – ha concluso – di cui mi rammarico e che continuerò a rivangare sino alla fine dei miei giorni». Tutti gli alunni coinvolti hanno ricevuto un attestato di partecipazione. Tra le classi premiate, la V B della scuola primaria di Mileto.

top