Estate vibonese | Teatro d’aMare: in scena Cantigola dell’attrice tropeana Rossana Colace

Appuntamento al Porto di Tropea per l’ultimo di cinque spettacoli del cartellone allestito dal direttore artistico Maria Grazia Teramo e LaboArt

Appuntamento al Porto di Tropea per l’ultimo di cinque spettacoli del cartellone allestito dal direttore artistico Maria Grazia Teramo e LaboArt

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Ultimo appuntamento, venerdì 7 settembre alle ore 21.30, con la quarta edizione di Teatro d’aMare, la rassegna che ha portato alla luce negli anni, tutti i segreti della drammaturgia calabrese. Al teatro del Porto di Tropea andrà in scena l’ultimo dei cinque spettacoli previsti dal cartellone allestito dal direttore artistico Maria Grazia Teramo e da LaboArt Tropea e che ha per tema I passaggi e paesaggi del teatro contemporaneo. Venerdì 7 settembre tocca a “Cantigola”, dell’attrice tropeana Rossana Colace. In un paesello calabrese che ricorda lontanamente Tropea, vive una ragazzina di quattordici anni, con una grande passione per l’arte teatrale. La leggerezza che dovrebbe abitare la sua età, però, è scossa da minacce continue nei confronti della sua famiglia, che animano il filo narrativo della storia. I parallelismi con Antigone e le voci di paese interpretate da Rossana Colace, conferiscono al testo un sali e scendi di emozioni, che sono poi la benzina naturale del teatro. Artista poliedrica, Rossana Colace si forma in diversi ambiti della ricerca teatrale e musicale. Hanno contribuito al suo percorso artistico, tra gli altri, con Luca Negroni, Oreste Lionello, Enrico Brignano, Ennio Coltorti, Gianfranco D’Angelo, Virgilio Ponti, Gianbattista Diotaiuti e Stefano D’Orazio. Diplomata in canto a Vibo Valentia e all’Accademia Teatro del sogno di Roma. Ha partecipato a diversi cortometraggi e alla trasmissione televisiva “Made in Sud” su Rai 2 e “Il boss dei comici” su La7. A teatro è stata protagonista di spettacoli di Paolo Ferrari, Nicasio Anselmo, Gianbattista Diotaiuti, Renato Giordano, Matteo Ziglio, Tino Caspanello, Francesco Romengo, Antonio Trupia, Marco Silani, Luca De Fusco, Edoardo Vianello, Lino Moretti, Corrado Calabrò, Ilenia Costanza e Selene Gandini. La Colace ha diretto il laboratorio per i più piccoli che ha inaugurato Teatro d’aMare 2018. In caso di maltempo lo spettacolo andrà in scena al Palazzo Santa Chiara, in Largo Ruffa, nel centro storico di Tropea.

Informazione pubblicitaria

Lo scopo di Teatro d’aMare è quello di avvicinare il pubblico locale, regionale e il bacino di utenza turistica ai nuovi linguaggi comunicativi, coniati dalle compagnie contemporanee, alla continua ricerca di sintesi che superino i linguaggi già esplorati dal teatro. Cinque spettacoli della rassegna, accomunati da una linea drammaturgica che racconta le storie di un sud che ha voglia di rivincita, un sud che ha voglia di cacciarsi di dosso tutte le etichette negative che, spesso anche a ragione, gli sono state appioppate. La rassegna è iniziata con il Laboratorio di clowneria, a cura di Rossana Colace, che si è tenuto il 19 e il 20 agosto al LaboArt Cafè di Santa Domenica di Ricadi. Domenica 26 agosto è stata invece inaugurata la mostra d’arte “Matram x y z” con le opere di Myriam Clericuzio, Vida Dena e Naomi Serrao. La mostra è curata da Marco Perri e allestita nel foyer del Teatro del Porto. 

 LEGGI ANCHE: Estate vibonese | “Teatro d’aMare” torna in scena al porto di Tropea