domenica,Luglio 25 2021

Chiusura Leggere&Scrivere, Irto chiede chiarezza sul bando “Grandi eventi”

Il consigliere regionale ha depositato un’interrogazione a risposta scritta per chiedere alla giunta Spirlì immediati provvedimenti per evitare che l’atto non si trasformi in un boomerang

Chiusura Leggere&Scrivere, Irto chiede chiarezza sul bando “Grandi eventi”
Un momento di una precedente edizione del Festival Leggere&Scrivere
Nicola Irto, consigliere regionale del Pd

«Chiedo alla giunta regionale di fare chiarezza sul bando “Grandi Eventi 2021”. C’è il rischio di mortificare e fare scomparire manifestazioni culturali di grande livello e tra queste il Roccella Jazz Festival e il Festival Leggere&Scrivere di Vibo Valentia». Il consigliere regionale del Partito democratico Nicola Irto ha depositato un’interrogazione a risposta scritta per chiedere alla giunta Spirlì immediati provvedimenti per evitare che il bando “Grandi Eventi 2021” «non si trasformi – si legge in una nota – in un boomerang e, invece di valorizzare e promuovere eventi culturali per renderli attrattori dei flussi turistici, vada a spazzare via realtà consolidate». Irto ha raccolto e fatto proprie anche le istanze di diversi amministratori locali che, fin da subito, hanno espresso forte preoccupazione. Il sindaco di Roccella Jonica, dopo la pubblicazione del bando, ha paventato l’ipotesi che possa non avere luogo l’edizione di quest’anno, la 41°, del Roccella Jazz Festival. [Continua in basso]

«Alcune caratteristiche del bando – spiega Irto – potrebbero mettere in ginocchio quasi tutte le manifestazioni culturali che vengono organizzate sul nostro territorio. L’esecutivo deve, in tempi rapidi, assumere le iniziative più opportune per scongiurare la chiusura di festival e manifestazioni di grande rilevanza. Non si può pensare di governare la Calabria a tentoni e con provvedimenti spot – conclude Nicola Irto – per rilanciare il turismo e valorizzare festival e kermesse culturali, dopo il difficile periodo segnato dalla pandemia da Covid 19, serve una programmazione di lungo periodo che faccia proprio della salvaguardia delle eccellenze calabresi la base solida dalla quale ripartire».

top