sabato,Settembre 18 2021

Presentata al porto di Vibo Marina l’iniziativa “Calabria straordinaria”

È stata illustrata dall’assessore regionale al Turismo, Fausto Orsomarso, nel corso di una conferenza stampa. Presenti anche il sindaco Maria Limardo e l’assessore comunale al Turismo Michele Falduto

Presentata al porto di Vibo Marina l’iniziativa “Calabria straordinaria”
Fausto Orsomarso, Maria Limardo e Michele Falduto

«Esiste una terra magica, misteriosa, ancestrale e magnetica. Da sempre crocevia di storia, cultura, lingua e sapori diversi, custodisce uno scrigno inesplorato di tracce, segni e suggestioni. Patrimonio materiale e immateriale che puoi trovare solo qui. Ecco perché è un’esperienza unica e irripetibile. Capace di emozionare, meravigliare, stupire, attrarre e invitare al ritorno, anima e corpo, sempre». Questo l’incipit dell’iniziativa regionale denominata “Calabria Straordinaria” che è stata illustrata dall’assessore regionale al Turismo, Fausto Orsomarso, nel corso di una conferenza stampa che ha avuto luogo al porto di Vibo Marina e alla quale hanno partecipato anche il sindaco della città, Maria Limardo e l’assessore comunale al Turismo, Michele Falduto

Si tratta, secondo quanto enunciato , di un piano di comunicazione strategica integrata e multicanale che prevede lo sviluppo di un marketing territoriale per ciascun dei 100 MID ( marcatore identitario distintivo) individuati. La finalità del progetto è quella di rafforzare la reputazione della Calabria ,a livello nazionale e internazionale, per mezzo di un ampliamento dell’appeal turistico dei territori.

Il progetto era stato presentato, alcuni giorni fa, a Milano, alla presenza del presidente f.f. della Regione Calabria, Nino Spirlì, e per la sua realizzazione ci si è avvalsi di un’indagine commissionata dalla Regione all’istituto di ricerca “Demoscopika” focalizzata sull’analisi degli orientamenti e dei consumi turistici degli italiani.

L’indagine ha fatto emergere, accanto agli aspetti positivi, anche le principali criticità da affrontarsi a livello regionale: l’offerta sanitaria, i servizi di informazione per i turisti, il potenziamento delle infrastrutture e dei servizi di trasporto.Sull’individuazione dei MID è intervenuto anche il presidente della Pro Loco di Vibo Marina, Enzo De Maria, che in una sua nota suggerisce l’inserimento, nei 100 MID,  di quelle che potrebbero essere le principali offerte del territorio: la balneazione( fino a 10.000 presenze die nel lidi e spiagge libere); il porto con i suoi pontili turistici ( circa 600 posti barca);i collegamenti estivi con le vicine Isole Eolie; l’antico complesso architettonico della Tonnara di Bivona, bene identitario di archeologia industriale, unico in Calabria; i siti degli antichi porti di Hipponion-Vibona( greco-romano-medioevale) e del porto borbonico di Santa Venere, di importante interesse per archeologia subacquea ma anche per la storia dei traffici marittimi della Calabria in tutto il Mediterraneo, ancora oggi principale via d’ingresso per il diporto nazionale e internazionale; la lunga tradizione di tutti i servizi nautici; la pesca- turismo; la vecchia ferrovia costiera FS che collega Pizzo-Vibo Marina—Tropea, un percorso paesaggistico unico , un treno che viaggia quasi sul mare, fonte di grandi emozioni e splendide vedute. Per quanto riguarda le criticità, viene segnalata la mancanza di molti servizi:  si è ancora in attesa del Suem 118 estivo, già deliberato ma ancora non realizzato, e del poliambulatorio specialistico gestito direttamente dall’ASP ancora non deliberato nonostante gli enunciati e, infine, la segnaletica stradale, completamente assente, in particolare, quella all’ingresso di Vibo Marina per chi percorre la strada ex 522.

top