martedì,Ottobre 19 2021

Mileto, alto gradimento per il premio “Ricordando De Andrè”

La competizione canora dedicata a Faber è stata vinta da Greta Occhiato. Premi alla memoria al leader dei Mattanza Mimmo Martino e della critica ai Do-Re

Mileto, alto gradimento per il premio “Ricordando De Andrè”
I Do-Re

È stato un evento che è andato oltre la semplice rassegna musicale estiva. Il ritrovarsi insieme dopo due anni di Covid – in questo caso per assistere all’edizione 2021 del premio “Ricordando De Andrè” – non ha eguali e per i miletesi ha rappresentato una sorta di rinascita e di ritorno alla normalità. Nell’occasione in piazza Badia si sono ritrovati in tanti, seduti a debita distanza grazie agli ampi spazi a disposizione. Sul palco, 12 tra gruppi e singoli cantanti, cimentatisi con maestria in brani del vasto repertorio di Fabrizio De Andrè. In prima fila, il sindaco Salvatore Fortunato Giordano (affiancato da gran parte degli esponenti maggioranza) e la giuria guidata dallo scrittore Michele Petullà e composta da esperti di musica e da giornalisti. Dall’alto del cielo stellato, ad assistervi vi è stato sicuramente anche il leader de “I Mattanza” Mimmo Martino, morto anni fa dopo aver vinto con il suo gruppo un’indimenticabile edizione del “Ricordando De Andrè”. Grande la commozione quando sullo schermo sono apparse le immagini dell’epoca, in cui il grande ricercatore, compositore, musicista e cantante calabrese si è cimentato con gli altri componenti della band nella vittoriosa versione dialettale del brano “Bocca di Rosa”. [Continua in basso]

La consegna del premio alla memoria al figlio di Martino

A Mimmo Martino gli organizzatori della manifestazione – ideata da Francesco Ciccone e quest’anno avvalsasi del perfetto connubio tra Amministrazione comunale e Cantiere musicale internazionale – hanno voluto assegnare un premio alla memoria. A riceverlo sul palco, il figlio Claudio con il resto de “I Mattanza”. Ad applaudire tra il pubblico, anche la moglie Caterina. Per quanto riguarda la competizione canora, il premio dedicato al grande cantautore genovese è andato quest’anno a Greta Occhiato, nell’occasione magnifica interprete del brano “La canzone di Marinella”. Ad accompagnare la vincitrice nella sua performance, il gruppo composto da Saverio Fogliaro, Niccolò Scuticchio e Fortunato Pititto. Secondi si sono classificati i “Figli di Marinella” con la canzone “Caro Amore”, terzi i “Quartogramma” con “Fiume Sand Creek”. Il “Ricordando De Andrè”, presentato con piglio da Dolores Mazzeo, ha previsto anche il premio della critica, assegnato dai giornalisti ai Do-Re dei fratelli Domenico e Irene Giordano, nell’occasione accompagnati da Saverio Catagnoti. Il duo familiare ha proposto al pubblico presente un’elegante versione del brano del mitico Faber, “Se ti tagliassero a pezzetti”. Il “Ricordando De Andrè” è ritornato a dieci anni di distanza dalla sua ultima edizione. Visto il gradimento riscontrato, sarà sicuramente riproposto anche nel 2022.

top