giovedì,Settembre 16 2021

Biblioteche, l’affondo di Floriani: «Il bando per la ripartenza fermo da anni»

Il presidente della sezione Calabria dell'associazione italiana biblioteche: «Ora rischia di essere abrogato. È un gravissimo danno provocato dall'assessorato regionale competente»

Biblioteche, l’affondo di Floriani: «Il bando per la ripartenza fermo da anni»
Gilberto Floriani

«Da pensionato libero dal pensiero che una presa di posizione pubblica possa danneggiare l’istituzione per la quale lavoravo, senza percepire peraltro alcun compenso, e da presidente della sezione Calabria dell’associazione italiana biblioteche voglio denunciare l’ulteriore gravissimo danno provocato alle biblioteche calabresi dall’assessorato regionale competente». È quanto afferma in una nota Gilberto Floriani, per anni alla guida del Sistema bibliotecario vibonese.

Entrando nel dettaglio del suo intervento spiega: «Un bando emanato più di due anni or sono per finanziare la ripartenza delle biblioteche calabresi è rimasto nelle nebbie degli uffici ed ora rischia di essere abrogato. Ma non sanno alla regione Calabria che le biblioteche sono di loro competenza e che le stesse sono state dichiarate dal Parlamento italiano servizi essenziali? Non sanno nulla delle percentuali di lettura dei calabresi e della povertà educativa che affligge l’intera regione? In nome di che cosa a destra e a sinistra ci verranno a chiedere il voto? Per quale idea di Regione? Sappiano tutti che un cervello pensante ce lo abbiamo anche noi bibliotecari. Auspico – conclude – prese di posizione a livello nazionale».

Articoli correlati

top