martedì,Luglio 16 2024

Tutta l’arte dei ceramisti al Lìmen Design e architettura

La dimostrazione dei maestri Ferraro e Montesanti strappa applausi a scena aperta nel corso della manifestazione “Un mare di ceramica” voluta dalla Cna.

Tutta l’arte dei ceramisti al Lìmen Design e architettura
Antonio Montesanti, artista e studioso che si batte da tempo per il Museo della Cultura del Mare

Grande successo di pubblico al secondo appuntamento della prima edizione Limen Design e Architettura. Una iniziativa fortemente voluta dal Presidente della CNA di Vibo Valentia, Giovanni Cugliari, in collaborazione con la Camera di Commercio.

“Un mare di ceramica” questo il titolo della manifestazione, che ha visto la partecipazione di due grandi artisti ceramisti calabresi: Vincenzo Ferraro, originario di Seminara in provincia di Reggio Calabria, e il vibonese Antonio Montesanti. Due modi diversi di lavorare la ceramica ma entrambi con un unico obiettivo, quello di promuovere la Calabria attraverso l’arte, le origini, la tradizione.

Grande soddisfazione è stata espressa dal Presidente della CNA, Giovanni Cugliari che ha dichiarato: “Al Limen Design e Architettura non poteva mancare una sezione dedicata alla vera e propria fattura artigiana, qual è l’arte della ceramica. Mi auguro, nel contempo, che nella sua evoluzione possa divenire sempre più un elemento di design apprezzato da una maggiore utenza, anche, dal punto di vista dell’utilizzo. Tradizione e innovazione insieme – ha continuato Cugliari – sono oggetti classici che, mescolandosi a proposte innovative e originali, creano veri e propri complementi di design particolari ed esclusivi».

Da un’idea del presidente Cna, entrambi i maestri, nel corso della manifestazione, hanno dato dimostrazione di come viene realizzato un oggetto attraverso l’uso del tornio, coinvolgendo attivamente il pubblico presente in sala. «È un modo – ha spiegato Cugliari – per far capire ai tanti, a chi non è del mestiere, come un artigiano riesce a trasportare nell’abilità delle proprie mani ciò che ha nella mente e come può, una cosa amorfa priva di forma, plasmarla e renderla un qualcosa di reale, di amabile».

Articoli correlati

top