Al Premio Limen di Vibo i maestri degli effetti speciali – Video

In città, su input della Fondazione Rambaldi, i più grandi effettisti italiani. Si chiude oggi con la cerimonia di premiazione

In città, su input della Fondazione Rambaldi, i più grandi effettisti italiani. Si chiude oggi con la cerimonia di premiazione

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Il mondo degli effetti speciali a Vibo Valentia. I più importanti interpreti italiani di questa professione nei locali della Camera di Commercio che ha fatto da casa per diverse settimane ad una mostra in onore di Carlo Rambaldi. Il più grande effettista di tutti i tempi. Il papà di E.T – l’extraterrestre, Alien e King Kong. Un evento unico promosso dall’ente camerale su input della fondazione Rambaldi che, nell’ambito del premio Limen, ha voluto regalare ai giovani del territorio dei workshop, completamente gratuiti, offrendo loro, anche attraverso l’assegnazione di alcune borse di studio, un’esperienza didattica-formativa unica in un settore indubbiamente inusuale ed attrattivo. Un mondo che ti lascia a bocca aperta. Che supera l’immaginazione. Che fa del fantastico-possibile la propria prerogativa. Dopo le lezioni di “Make-up cinematografico -Le ferite” a cura di Dorina Forti, ed “Effetti speciali” a cura di Giorgio Giorgioni si è parlato di “Effetti speciali integrati” con Leonardo Cruciano di Makinarium e poi “Creature Concept Design” a cura di Daniele Procacci (titolare della Procacci Entertainment Studios). Stamane, quindi, il Concept Design a cura di Daniele Procacci e nel pomeriggio dalle 16:30 alle 18:30 il Panel “Tecniche degli effetti speciali a confronto” con Daniela Rambaldi, Giuseppe Lombardi, Dorina Forti, Leonardo Cruciano, Giorgio Giorgioni, Daniele Procacci, che darà l’opportunità ai partecipanti di interagire con tutti gli artisti presenti all’esposizione. A seguire, alle ore 18:30, la conclusione della X edizione del Premio Lìmen Arte, con la cerimonia di premiazione. “Un programma di workshop certamente ricco di interessanti e coinvolgenti attività – sottolinea il presidente Sebastiano Caffo – che svelerà gli aspetti più nascosti e segreti delle immagini e delle scene cinematografiche a cui assistiamo non senza meraviglia e curiosità. Anche questa volta, possiamo dire che il Premio Lìmen Arte è coerente al suo obiettivo: valorizzare l’arte come espressione di estro e creatività, ma anche come elemento propulsivo di cultura, di economia, di partecipazione attiva ed inclusiva”. 

Informazione pubblicitaria