“Come una rana d’inverno”, a Stefanaconi si celebra la Giornata della memoria

L’appuntamento promosso da amministrazione comunale e Promotors Aps prevede la presenza di musicisti, scrittori, poeti «coesi contro il male oscuro dell’indifferenza»

0
4

L’appuntamento promosso da amministrazione comunale e Promotors Aps prevede la presenza di musicisti, scrittori, poeti «coesi contro il male oscuro dell’indifferenza»

Informazione pubblicitaria

Come una rana d’inverno nel mare nero dell’indifferenza”. È questo il titolo dell’iniziativa promossa in occasione della Giornata della memoria dall’associazione Promotors Aps in collaborazione con l’amministrazione comunale di Stefanaconi, la Consulta delle associazioni e locali scuole. L’evento di riflessione, che si propone di rappresentare «un forte monito contro l’indifferenza, un momento per spiegare ai ragazzi l’orrore dell’Olocausto, discutere e riflettere per non dimenticare, per capire, per non ripetere gli orrori del passato», si svolgerà sabato 26 gennaio alle ore 10 alla Biblioteca comunale di Stefanaconi. Qui convergeranno «i rappresentanti degli enti locali, del mondo della scuola e delle associazioni, musicisti, scrittori, poeti, coesi tutti assieme contro il grande male oscuro dell’indifferenza». Nel dettaglio si darà vita ad una conversazione aperta con Merilia Ciconte, autrice del romanzo “Dopo il buio” e vicedirettore del Polo museale di Soriano Calabro e la giovane Maria Joel Conocchiella di Libera. Presenti, oltre al sindaco di Stefanaconi e presidente della Provincia Salvatore Solano e al presidente della Promotors Aps Vincenzo Neri, i rappresentanti di molte associazioni.

Informazione pubblicitaria