Matera 2019, Nish mette in vetrina i tesori del Vibonese – Video

Dalle terrecotte di Gerocarne alla tonnara di Pizzo, l’associazione culturale riscopre i tratti identitari nel territorio nell’ambito delle iniziative collegate alla Capitale europea della cultura

Dalle terrecotte di Gerocarne alla tonnara di Pizzo, l’associazione culturale riscopre i tratti identitari nel territorio nell’ambito delle iniziative collegate alla Capitale europea della cultura

Informazione pubblicitaria
Uno degli incontri promossi da Nish a Pizzo
Informazione pubblicitaria

Installazioni museali, documentari, incontri serali che puntano a riscoprire tratti identitari del territorio vibonese. Questo è “Diari Meridiani. Matera 2019, andata e ritorno”, il progetto promosso dall’associazione napitina Nish che prende spunto dalla città lucana, quest’anno Capitale europea della cultura, per riscoprire i tesori del Vibonese. Da Pizzo con l’epopea delle sue tonnare che hanno dato il “la” ad industrie tonniere che oggi competono a livello mondiale, sino a Gerocarne con i suoi maestri vasai che conservano l’arte della lavorazione dell’argilla e puntano al futuro. Una settimana intensa come ha spiegato il team di organizzatori (Erica ed Ivano Tuselli per Nish, Pino Zappalà direttore dell’Extramuseum di Torino ed Eugenio Attanasio, della Cineteca della Calabria) all’evento inaugurale nella loggia della tonnara di Pizzo. Uno spazio che accoglie l’esposizione che rimarrà visitabile sino a domenica prossima, per chi volesse contemplare il passato ma anche riscoprire le radici di un territorio che merita di essere valorizzato.

Informazione pubblicitaria

LEGGI ANCHETonnare di Pizzo e vasai di Gerocarne, “Nish” punta alla valorizzazione del territorio