domenica,Gennaio 23 2022

Favelloni, al via i festeggiamenti in onore della Madonna che scioglie i nodi

Lo scorso anno in occasione dei festeggiamenti erano giunti pellegrini da ogni angolo della Calabria. Ospiti durante la novena i rettori dei Santuari mariani del Vibonese

Favelloni, al via i festeggiamenti in onore della Madonna che scioglie i nodi
La tela della Madonna che scioglie i nodi

In tanti fecero tappa a Favelloni, frazione di Cessaniti in occasione dell’arrivo della tela e della prima festa. Ora, con l’avvio della novena, ritornano i momenti di spiritualità promossi in vista della festa di Maria Santissima che scioglie i nodi. La festa si concretizzerà nella giornata del 31 ottobre e nelle sere che precederanno l’appuntamento religioso, don Andrea Campennì ha pensato di coinvolgere i rettori dei santuari mariani e parroci del territorio.

La tela della Madonna

La tela è giunta a Favelloni nell’ottobre 2020. L’opera, realizzata dal noto artista ucraino Yury Kuku, dopo il suo arrivo è stata collocata nella navata laterale della chiesa di San Filippo d’Agira. Una devozione, quella che affonda le radici in Germania, che ha trovato terreno fertile nel piccolo centro del Vibonese.

La tela della Madonna che scioglie i nodi

L’origine della devozione

Il dipinto originario venne confezionato dal pittore tedesco Johann Georg Melchior Schmidtner e si trova ad Augusta. La sua storia ha attraversato i secoli e si lega a Papa Francesco: «Fu proprio il giovane Bergoglio, mentre si trovava in Germania per ultimare i suoi studi di teologia, ad imbattersi nella tela. Una volta tornato in Argentina il culto mariano venne diffuso con ancora più intensità», aveva raccontato don Andrea in occasione della presentazione della tela alla comunità. Tanti pellegrini da tutta la provincia raggiunsero la frazione di Cessaniti nella giornata di festa. Ora Favelloni è pronta per ripetere la suggestiva esperienza dello scorso anno: «Quest’anno abbiamo invitato i rettori dei santuari mariani del Vibonese. Il programma è articolato e prevede giornate di preghiera per la comunità, per gli sposi, per i sacerdoti, per le mamme. Non mancheranno canti della tradizione religiosa popolare», ha poi aggiunto don Andrea.

La novena a Favelloni

Il programma prevede per la giornata di oggi, dalle ore 18.00  novena e messa presieduta da don Rocco Suppa, rettore del Santuario della Madonna della Catena in Dinami e don Pino Muller, eremita dell’Eremo di Soreto. Nei giorni a seguire saranno presenti don Giuseppe La Torre, parroco di San Giuseppe  a Vibo Valentia; don Giuseppe Lopresti, rettore del Santuario di Maria Santissima Lauretana in Santa Maria di Ricadi; don Michele De Vita, rettore del Santuario della Madonna della fontana di Spilinga; don Nicola Berardi, rettore del Santuario di Santa Maria dell’isola di Tropea; don Giuseppe La Rosa, rettore del Santuario di Santa Maria della neve di Zungri; don Felice Palamara, parroco di Pannaconi; don Giuseppe Gagliano, rettore del Santuario di Maria Santissima della Salute; don Mino De Pascalis, parroco di Briatico; don Michele Cordiano, del Santuario Cuore immacolato di Maria rifugio delle anime di Paravati.

Il 31 ottobre, giorno di festa, messa alle ore 11.00 con don Danilo D’alessandro, parroco di Maierato.

Articoli correlati

top