Cultura, il libro di Davide Mosca protagonista nei licei vibonesi

L’autore ligure presenta il suo “Breve storia amorosa dei vasi comunicanti” al “Berto” e al “Morelli”

L’autore ligure presenta il suo “Breve storia amorosa dei vasi comunicanti” al “Berto” e al “Morelli”

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Giovedì 4 aprile sbarca a Vibo uno degli autori di punta della nuova generazione, lo scrittore Davide Mosca che presenterà il libro “Breve storia amorosa dei vasi comunicanti”, edito da Einaudi. L’evento si terrà alle 14:30 al Liceo scientifico “Giuseppe Berto” in occasione del Festival della Scienza e sarà aperto al pubblico. Nello stesso giorno in programma anche una presentazione per gli studenti del Liceo classico “Michele Morelli”, alle ore 11. Il mini-tour è organizzato dall’Associazione Saturnalia, realtà attiva da anni nell’organizzazione di eventi culturali e di intrattenimento. 

Informazione pubblicitaria

Il libro racconta la storia di Remo, un ragazzo in difficoltà con se stesso, e Margherita, una ragazza giovanissima che vive un disagio interno. Entrambi asfissiati dalle aspettative, da un mondo che pretende di trovare nei giovani quella perfezione che è impossibile pretendere e forse ingiusto auspicare. Remo e Margherita sono giovani e smarriti, imprigionati entrambi in un corpo inospitale: lui soffre di bulimia, lei è anoressica. Almeno fino a quando non si imbattono l’uno nell’altra. E scoprono che insieme ci si può salvare. Remo ha 24 anni e l’ultimo trascorso è stato terribile. L’ha passato chiuso in casa, a mangiare senza sosta, ingrassando fino a superare i cento chili. Stanca della sua indolenza da fallito, la fidanzata l’ha pure lasciato. Una sera, in un bar che frequenta con dei vecchi amici, Remo conosce Margherita. Lei fa l’ultimo anno di liceo e di sera lavora nel ristorante di famiglia fino a tardi. È appassionata, curiosa, un po’ irascibile. Ed è bella, anche se pesa meno di quarantacinque chili. Quella sera cominciano a parlare e da allora non smettono più. Passeggiano sulla spiaggia d’inverno, inseguono la luce abbagliante della riviera ligure, si aprono l’un l’altra. Pian piano si innamorano, senza mai dirselo, forse senza neppure rendersene conto. La notte di Capodanno salgono sulla bilancia per la prima volta. Lui pesa settanta, lei cinquanta. Che sia l’inizio o la fine della storia, non importa a nessuno dei due. Una storia naturale, spontanea, che parla al cuore e che colpisce in pieno quella parte di noi che resta e rimarrà per sempre giovane. Una scrittura che conquista grazie a un modo di esprimersi semplice ma che riesce a raccontare tutto quello che serve a scavare dentro, senza una parola in più. Davide Mosca, 40 anni, di Savona, è un autore poliedrico che dirige la Libreria Verso di Milano. Ha scritto diversi romanzi editi con Mondadori, Newton Compton, Chiarelettere e molti altri.

LEGGI ANCHEVibo, torna il Festival della scienza al liceo Scientifico