Filadelfia in musica, torna il concorso-festival intitolato al maestro Serrao

Da inizio a fine maggio numerosi gli appuntamenti predisposti dall’Associazione musicale Melody. Nei giorni scorsi applaudita esibizione dell’Orchestra di fiati “Gemelli” a Rosarno

Da inizio a fine maggio numerosi gli appuntamenti predisposti dall’Associazione musicale Melody. Nei giorni scorsi applaudita esibizione dell’Orchestra di fiati “Gemelli” a Rosarno

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Torna il Concorso-festival Città di Filadelfia, giunto all’undicesima edizione e intitolato al maestro Paolo Serrao, è organizzato dall’Associazione musicale Melody. Il direttore artistico Tommaso Conidi espone, in una nota, la programmazione di maggio prossimo. Si parte sabato 4 e domenica 5 maggio con il concorso dedicato alle percussioni: marimba, vibrafono, timpani, tamburo e batteria. Numerosi i concorrenti provenienti da Turchia, Messico, Thailandia, Italia, Portogallo, Belgio, ecc. che si sfideranno davanti ad una giuria internazionale guidata dal maestro Thierry Miroglio, professore al Conservatorio Darius Milhaud di Parigi, uno dei più importanti percussionisti al mondo. «Da molti anni Thierry Miroglio – spiega Conidi – conduce una brillante carriera solista: è stato invitato a tenere recital e concerti in più di 40 paesi, in sedi prestigiose e festival. È quindi uno dei pochi percussionisti al mondo ad avere tale attività da solista, con un repertorio di oltre 350 pezzi e concerti per percussioni e orchestra. L’intenso calendario della manifestazione internazionale proseguirà poi a partire dall’8 maggio con le sezioni pianoforte, archi, fiati, fisarmonica, chitarra, arpa, canto lirico, musica da camera». Dal 16 al 17 aprile saranno previste le audizioni per gli studenti delle classi di strumento della scuola secondaria di I grado, licei musicali scuole private per chiudere il 26 maggio con la sezione Banda/Orchestra di fiati, in collaborazione con l’Orchestra i fiati “G. Gemelli” di Filadelfia, con un workshop tenuto dal maestro compositore austriaco Otto Schwarz, che vedrà, la partecipazione di numerosi direttori provenienti da diverse regioni d’Italia. «Centinaia – conclude Conidi – i giovani talenti che si sono avvicendati in questi anni sul palco dell’Auditorium comunale provenienti da 40 diverse nazioni per cimentarsi ed essere giudicati da nomi prestigiosi chiamati nelle giurie». Per info: associazione.melody@libero.it 

Informazione pubblicitaria

Un appuntamento che segue a poca distanza di tempo la partecipazione dell’Orchestra di fiati “Giovanni Gemelli”, ha partecipato al prestigioso Concorso nazionale bandistico organizzato dall’Ama Calabria a Rosarno. Allo stesso hanno partecipato ben 13 formazioni orchestrali (4 di seconda categoria, 5 di terza categoria, 2 giovanili senior, 1 giovanile junior e 1 libera) di cui alcune provenienti dalla Sicilia. «Con grande orgoglio e profonda emozione – commenta il presidente dell’orchestra Giovanni Caruso – i nostri ragazzi si sono distinti ancora una volta con una esecuzione magistrale, diretti dai maestri Francesco Conidi e Massimo Campisano, conquistando il 2° premio nella categoria di riferimento, eseguendo come primo brano “Filadelfia” del maestro Jacob De Haan, brano scelto dagli organizzatori del concorso come brano d’obbligo della seconda categoria, a suffragare l’importanza di tale operazione, ricordiamo che il brano era stato commissionato dall’associazione Melody  nell’occasione del decennale del concorso “Serrao”. L’impegno e la dedizione dei maestri direttori e dei maestri musicisti, oltre che degli strumentisti, la maggior parte dei quali giovani e giovanissimi, hanno fatto sì che l’esecuzione sia stata all’altezza della situazione e per questo premiata dalla giuria. Mesi e mesi di studio meticoloso, tenace, tra le tante difficoltà che si incontrano, non fanno che renderci orgogliosi di una realtà che si distingue nella nostra provincia e compete a livello regionale, con un impegno che nasce da lontano e non smette di produrre novità per il futuro».