Al “Berto” di Vibo il Festival della Scienza tra seminari, workshop e laboratori – Video

Nell’Istituto vibonese studenti provenienti da tutta la Calabria per comprendere l’equilibrio e la perfezione dell’Universo

Nell’Istituto vibonese studenti provenienti da tutta la Calabria per comprendere l’equilibrio e la perfezione dell’Universo

Informazione pubblicitaria
Informazione pubblicitaria

Vibo Valentia culla della scienza. Capitale della conoscenza e della ricerca. Almeno per tre giorni. Almeno durante il “Festival della Scienza” che trova nel Liceo Scientifico “Giuseppe Berto” la sua casa ideale. Nell’istituto vibonese studenti provenienti da tutta la Calabria ma anche da fuori regione per una tre giorni dedicata alla scienza per comprendere l’equilibrio e la perfezione dell’Universo tra seminari, workshop, laboratori e dimostrazioni. Astronomia, chimica, biologia, robotica. Tra gli studenti del festival saperi passati, presenti e futuri si fondono per creare un mondo migliore spronando sé stessi e le nuovissime generazioni. 

Informazione pubblicitaria

L’evento, fortemente voluto dal dirigente scolastico e interamente organizzato dagli allievi dello Scientifico con il supporto dei propri docenti, prevede la realizzazione di numerosi laboratori con exhibit di chimica, biologia, robotica e di molti altri ambiti scientifici, in cui i discenti potranno mettere in campo le conoscenze e le competenze acquisite nel percorso di studi. Il Festival, inoltre, propone numerosi seminari e workshop che interessano i molteplici aspetti del sapere scientifico. La fitta agenda degli eventi del Festival prevede anche giochi didattici ed esperienze artistiche e sportive. E un corner di intrattenimento per bambini, un momento di didattica di lingua inglese e l’AngoLin, un corso di cultura, tradizioni e lingua cinese in pillole. Questa seconda edizione del Festival vedrà, in particolare, la partecipazione di studenti provenienti da fuori regione, e precisamente da Roma e Senigallia.

A prendere parte al festival anche l’Arpacal provinciale, diretta da Clemente Migliorino, i cui tecnici allestiranno un vero e proprio laboratorio didattico su diverse aree tematiche ambientali: l’ingegnere Nicola Ocello parlerà del servizio aria; Pietro Paolo Capone si occuperà di radiazioni e rumore; Maria Antonella Daniele del servizio acque; mentre Fortunato Borrello del servizio suolo e rifiuti. Migliorino e Luigi Dattola illustreranno invece  le attività di monitoraggio tramite telerilevamento effettuate con l’utilizzo del drone “esacottero”, di cui l’Agenzia si è recentemente dotata, tra le prime in Italia. Relazionerà anche il referente del servizio di Educazione ambientale orientata alla sostenibilità, Saverio Rizzo.

LEGGI ANCHEVibo, torna il Festival della scienza al liceo Scientifico